Il Learning Sciences institute a Sibiu per un’indimenticabile esperienza di Blended Intensive Program (Bip)

[epvc_views]

 Si è concluso con successo il nuovo BIP (Blended Intensive Program) che ha visto il Learning Sciences institute – centro di ricerca coordinato dalla prof.ssa Giusi Antonia Toto, ordinaria di didattica e pedagogia speciale e delegata del Rettore alla Formazione insegnanti e all’orientamento – dell’Università di Foggia in visiting presso l’Università “Lucian Blaga” di Sibiu dal 30 giugno al 5 luglio 2024. L’esperienza Erasmus + si è rivelata un vortice di emozioni e di momenti di intenso scambio culturale internazionale, permettendo a docenti, ricercatori e dottorandi di confrontarsi su temi cruciali legati all’educazione e alla formazione insegnanti.

Durante questa settimana ricca di attività, i partecipanti hanno avuto l’opportunità di immergersi in discussioni approfondite sulle migliori pratiche educative e sulle innovative strategie di insegnamento. Particolare rilevanza ha avuto anche la conoscenza delle buone pratiche messe in atto dall’Università di Sibiu per l’orientamento degli studenti, un aspetto fondamentale per il successo accademico e personale degli stessi.

Il Magnifico Rettore dell’Università di Foggia, prof. Lorenzo Lo Muzio, ha commentato: “Questa esperienza Erasmus presso l’Università di Sibiu rappresenta un esempio eccellente di come la cooperazione internazionale possa arricchire e potenziare le nostre competenze accademiche. Durante il periodo di permanenza, i partecipanti hanno avuto l’opportunità di immergersi in un contesto culturale e accademico diverso, favorendo una comprensione più profonda delle dinamiche globali e delle diverse metodologie di insegnamento. Grazie a questa esperienza, gli studenti e i docenti coinvolti hanno potuto condividere e apprendere da pratiche educative innovative, che spaziano dall’uso di nuove tecnologie in aula a metodi pedagogici all’avanguardia. Il programma ha anche permesso di stabilire e rafforzare il legame tra le nostre istituzioni, creando una rete di collaborazione che andrà oltre la durata dell’Erasmus. Questo scambio ha facilitato non solo la crescita personale e professionale dei partecipanti, ma ha anche contribuito a creare un ambiente accademico più inclusivo e internazionale. Le competenze acquisite e le relazioni instaurate durante questo periodo avranno un impatto duraturo, migliorando la qualità dell’educazione e promuovendo ulteriori collaborazioni future tra le università coinvolte. L’esperienza Erasmus presso l’Università di Sibiu non solo ha ampliato gli orizzonti accademici e culturali dei partecipanti, ma ha anche dimostrato come la cooperazione internazionale sia fondamentale per lo sviluppo delle competenze e delle conoscenze necessarie in un mondo sempre più interconnesso”.

La prof.ssa Giusi Antonia Toto, vera anima dell’iniziativa, ha aggiunto: “È stato un onore e un privilegio guidare questo gruppo in un’esperienza così formativa. La collaborazione con l’Università di Sibiu ha permesso uno scambio profondo e significativo di idee e metodologie didattiche, offrendo nuove prospettive per il futuro della formazione degli insegnanti. Questo progetto ha rappresentato una straordinaria opportunità per mettere a confronto diverse tradizioni pedagogiche e arricchire il nostro bagaglio di conoscenze. Grazie alla dedizione e all’impegno di tutti i partecipanti, siamo riusciti a creare un ambiente di apprendimento dinamico e stimolante, che ha favorito non solo la crescita professionale, ma anche lo sviluppo personale di ciascuno di noi. Le lezioni apprese e le relazioni instaurate con i colleghi di Sibiu saranno fondamentali per continuare a innovare e migliorare i nostri approcci educativi, contribuendo così a formare insegnanti più preparati e consapevoli delle sfide del mondo moderno. Ringrazio tutti per la passione e l’entusiasmo dimostrati, convinta che i frutti di questa collaborazione continueranno a manifestarsi nel tempo, consolidando un legame accademico e umano che va oltre i confini geografici”.

La prorettrice, prof.ssa Francesca Cangelli, ha dichiarato: “L’accoglienza ricevuta dall’Università di Sibiu e la straordinaria ospitalità del prof. Daniel Mara hanno reso questa esperienza ancora più memorabile. Fin dal nostro arrivo, siamo stati accolti con calore e professionalità, e l’attenzione ai dettagli dimostrata dal prof. Mara ha contribuito a creare un ambiente accogliente e stimolante. La disponibilità e la cortesia del personale universitario ci hanno permesso di sentirci a casa fin da subito, favorendo un clima di scambio culturale e di apprendimento reciproco. Le visite culturali hanno arricchito ulteriormente il nostro soggiorno, permettendoci di apprezzare appieno la bellezza e la storia di questa regione ed offrendoci un momento di pura meraviglia e riflessione. Questi momenti di scoperta culturale sono stati fondamentali per comprendere meglio le tradizioni e la ricchezza storica della Romania. Ogni escursione è stata organizzata con grande cura, permettendoci di vivere esperienze uniche e indimenticabili. Le spiegazioni dettagliate e appassionate del prof. Mara hanno arricchito le nostre visite, fornendo contesti storici e aneddoti che hanno reso ogni luogo visitato ancora più interessante. L’intera esperienza è stata resa eccezionale non solo per il valore accademico, ma anche per le emozioni e i ricordi che porteremo con noi. L’Università di Sibiu e il prof. Daniel Mara hanno saputo creare un perfetto equilibrio tra apprendimento e scoperta, lasciandoci con una profonda gratitudine per l’opportunità ricevuta e una rinnovata curiosità verso questa affascinante regione”.

L’accoglienza e l’ospitalità del Prof. Daniel Mara sono state eccezionali e hanno contribuito significativamente al successo dell’iniziativa. Oltre a guidare i momenti più importanti di formazione e confronto, il Prof. Mara ha accompagnato i partecipanti alla scoperta delle bellezze di Sibiu e dei suoi dintorni. Tra le escursioni più memorabili vi sono state le visite alle suggestive cascate di Balea Lac e al famoso Castello di Dracula a Bran, esperienze che hanno arricchito ulteriormente il soggiorno.

Il programma ha dimostrato ancora una volta l’importanza degli scambi culturali e della cooperazione internazionale nell’ambito accademico. L’interazione con colleghi provenienti da diverse realtà ha permesso di creare sinergie e di costruire reti di collaborazione che contribuiranno a progetti futuri nel campo delle scienze dell’educazione.

Il Learning Sciences institute desidera esprimere la propria gratitudine all’Università “Lucian Blaga” di Sibiu per l’opportunità offerta e per l’incredibile esperienza vissuta. Questa esperienza Erasmus ha lasciato un segno indelebile in tutti i partecipanti, arricchendo il loro bagaglio personale e professionale e rafforzando il legame tra le istituzioni coinvolte.

News dal Network

Promo