Nasce “Solo Noi Sud”: l’evento sostiene un meridione indipendente e libero dalla morsa del Nord

[epvc_views]

In difesa del Sud. L’imprenditoria italiana, le professioni e il mondo della cultura si muovono per contrastare una politica anti-meridionalista, fenomeno che va avanti da più di 150 anni e che porta vantaggi esclusivamente al Nord. A Napoli sono giunti esponenti della Calabria, Sicilia e Puglia, dando vita ad un forum collaborativo, un segnale netto di miglioramento e di voglia di crescere insieme. Al centro dell’idea c’è il Sud ben lontano dalla sottomissione alle politiche nordiste, sostenendo quindi una forte indipendenza e libertà in diversi ambiti. A spiegare la situazione e il motivo, che abbia spinto all’unione di questi esponenti, è stato l’attivista dei Lupi del Sud, Stefano Bouché:

«Siamo arrivati a un punto in cui dobbiamo investire tutti sul nostro futuro, ciascuno in base a ciò che può dare: chi tempo, chi capitali, chi esperienza. Dobbiamo condividere il talento meridionale. Dobbiamo essere azionisti del nostro avvenire poiché con l’Autonomia Differenziata dobbiamo ammettere che il riequilibrio non ci sarà mai. Anche il più ottimista deve ammetterlo. L’ottimismo va orientato insieme al pessimismo per ricostruire un nuovo ecosistema, una nuova economia e una nuova solidarietà. Perché noi siamo solo di noi stessi! Sinn Fèin in versione meridionale. Solo Noi Sud è il modo per stare insieme e sperimentare un primo percorso, mettendo insieme tutti, per almeno 5 anni, per tendere a una sinergia politica, economica e culturale».



La voglia di rinascita è incarnata nell’evento “Solo Noi Sud”, un’occasione di confronto e di condivisione in merito a tutte le tematiche che affliggono il Mezzogiorno. Questo il comunicato stampa:

“Si è tenuto a mezzogiorno di martedì 2 luglio, in Piazza dell’Archivio di Napoli, la prima risposta al Governo Italiano sulla Legge dell’Autonomia Differenziata. L’iniziativa, denominata “Solo Noi Sud”, è nata dal basso grazie all’impegno di associazioni, network e attivisti, e mira a unire forze e talenti del Sud per il Sud. Movimenti Indipendentisti, Meridionalisti e Identitari si sono riuniti in un evento che ha visto momenti di dibattito e confronto, oltre a una parte conviviale presso la Locanda Seggio del Popolo. L’idea è stata lanciata sui social da Stefano Bouché, fondatore dei Lupi del Sud, in risposta all’approvazione della legge sull’autonomia differenziata”.

News dal Network

Promo