«Gli occhi tuoi sono colombe», il caffè spirituale di mons. Savino

[epvc_views]

VENERDÌ 21 GIUGNO 2024         

SAN LUIGI GONZAGA, RELIGIOSO 

– MEMORIA

     ===??=== 

           —–•••—–

«Chi ha mani innocenti e cuore puro salirà il monte del Signore

e starà nel suo luogo santo». (Cf. Sal 23,4.3)

? Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

VANGELO

Dov’è il tuo tesoro, là sarà anche il tuo cuore.?? Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 6,19-23)

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:?«Non accumulate per voi tesori sulla terra, dove tarma e ruggine consumano e dove ladri scassìnano e rubano; accumulate invece per voi tesori in cielo, dove né tarma né ruggine consumano e dove ladri non scassìnano e non rubano. Perché, dov’è il tuo tesoro, là sarà anche il tuo cuore.?La lampada del corpo è l’occhio; perciò, se il tuo occhio è semplice, tutto il tuo corpo sarà luminoso; ma se il tuo occhio è cattivo, tutto il tuo corpo sarà tenebroso. Se dunque la luce che è in te è tenebra, quanto grande sarà la tenebra!».

Parola del Signore.

MEDITAZIONE 

San Gregorio Nisseno [(ca 335-395) monaco e vescovo],?Gli occhi della colomba 

“La lampada del corpo è l’occhio”

“Gli occhi tuoi, dice lo Sposo [del Cantico dei Cantici], sono colombe” (Ct 1,15). (…) La lode sugli occhi [della Sposa] è dire che sono colombe. Ecco cosa mi sembra che significhi. 

Quando le pupille sono chiare, chi le fissa può vedervi il suo volto. Coloro che sono esperti nello studio dei fenomeni della natura dicono infatti che l’occhio è colpito dalle immagini che emanano oggetti visibili e produce così la visione. Ecco perché si loda la bellezza degli occhi dicendo che l’immagine della colomba appare sulla loro pupilla. Poiché si riceve in sé l’immagine qualsiasi cosa si guardi. Chi non guarda né verso la carne né verso il sangue, fissa lo sguardo sulla vita spirituale; come dice l’Apostolo, vive nello Spirito (Ga 5,25), cammina secondo lo Spirito; è diventato interamente spirituale, non più psichico o carnale. 

Ecco perché l’anima liberata dalle passioni carnali riceve la testimonianza che possiede negli occhi l’immagine della colomba, cioè il segno della vita spirituale brilla nella pupilla della sua anima. Poiché l’occhio purificato è diventato capace di ricevere l’immagine della colomba, può anche contemplare la bellezza dello Sposo. E infatti è quando la ragazza possiede la colomba negli occhi che fissa per la prima volta la bellezza dello Sposo. “Nessuno infatti può dire: “Gesù è Signore!”, se non sotto l’azione dello Spirito Santo.” (1 Co 12,3). 

Ed ella dice: “Come sei bello, amato mio, quanto grazioso!” (Ct 1,16). Da quando null’altro mi pare bello e mi sono distaccata da tutto ciò che prima contavo come cose belle, mai il mio giudizio sulla bellezza si è smarrito, al punto di farmi trovare bello null’altro che te. (…) La tua bellezza si estende a tutta l’eternità della vita. Tu hai come nome: Amore degli uomini.

PADRE NOSTRO…

ORAZIONE 

O Dio, fonte di ogni dono del cielo,

che in san Luigi [Gonzaga] hai unito in modo mirabile

l’innocenza della vita e la penitenza,

per i suoi meriti e la sua intercessione

fa’ che, se non l’abbiamo imitato nell’innocenza,

lo seguiamo sulla via della penitenza evangelica.

Per il nostro Signore Gesù Cristo.

? Il Signore ci benedica, ci preservi da ogni male e ci conduca alla vita eterna. Amen.

             ******

«Beati i poveri in spirito,

perché di essi è il regno dei cieli». (Mt 5,3)

In Cristo Gesù, Figlio di Dio, vero Dio e vero Uomo, nostra Speranza, Via, Verità e Vita, il Risorto per la nostra salvezza, sia benedetta questa giornata + don Francesco

News dal Network

Promo