«Chiesero a Pilato che fossero spezzate loro le gambe», il caffè spirituale di mons. Savino

47 Visite

CAFFÈ SPIRITUALE                            

  VENERDÌ 07 GIUGNO 2024         

SACRATISSIMO CUORE 

DI GESÙ – SOLENNITÀ 

– ANNO B

     ===??=== 

           —–•••—–

«I disegni del suo cuore

sussistono per sempre,

per liberare i suoi figli dalla morte

e nutrirli in tempo di fame». (Cf. Sal 32,11.19)

? Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

VANGELO

Uno dei soldati gli colpì il fianco, e subito ne uscì sangue e acqua.?? Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 19,31-37).

Era il giorno della Parascève e i Giudei, perché i corpi non rimanessero sulla croce durante il sabato – era infatti un giorno solenne quel sabato –, chiesero a Pilato che fossero spezzate loro le gambe e fossero portati via.?Vennero dunque i soldati e spezzarono le gambe all’uno e all’altro che erano stati crocifissi insieme con lui. Venuti però da Gesù, vedendo che era già morto, non gli spezzarono le gambe, ma uno dei soldati con una lancia gli colpì il fianco, e subito ne uscì sangue e acqua.?Chi ha visto ne dà testimonianza e la sua testimonianza è vera; egli sa che dice il vero, perché anche voi crediate. Questo infatti avvenne perché si compisse la Scrittura: «Non gli sarà spezzato alcun osso». E un altro passo della Scrittura dice ancora: «Volgeranno lo sguardo a colui che hanno trafitto».

Parola del Signore.

MEDITAZIONE 

Santa Gertrude di Helfta [(1256-1301)?monaca benedettina],?L’Araldo del Divino Amore, Libro III, SC 143 

“Volgeranno lo sguardo a colui che hanno trafitto” (Gv 19,37)

Un venerdì, quando il giorno ormai declinava, contemplando l’immagine del crocifisso e commossa a tale vista, Gertrude disse al Signore: “O mio dolcissimo Amante, quanto hai sofferto per la mia salvezza in questo giorno che io, ahimè!, nella totale infedeltà, ho sprecato passandolo a far tante cose che ho dimenticato di ricordare durante il giorno con fervore, o mia Salvezza eterna, che hai sofferto per me ogni ora e che tu, la Vita da cui viene ogni vita, sei morto per amore del mio amore.” 

Il Signore, dall’alto della croce, le rispose: “Tutto ciò che hai dimenticato di fare, l’ho fatto per te e ad ogni ora ho raccolto nel mio Cuore tutto ciò che avresti dovuto formare nel tuo, e la somma ha talmente dilatato il mio Cuore che aspettavo ardentemente il momento in cui mi arrivasse da te questa preghiera; perché allora posso finalmente offrire a Dio mio Padre tutto quanto ho fatto per te durante la giornata: senza questa preghiera, infatti, nulla di tutto ciò poteva servire alla tua salvezza.” Da ciò si può vedere che cosa è l’amore totalmente fedele di Dio per gli uomini. (…) 

Un’altra volta che ella teneva fra le mani (…) l’immagine di Cristo crocifisso, comprese che chiunque contempla con l’attenzione della pietà l’immagine della croce di Cristo, il Signore lo guarda con una misericordia così premurosa che l’anima di costui, come limpido specchio riceve in sé, per effetto del divino amore, quella deliziosissima immagine di cui gioisce la corte celeste. E ci sarà per lui una gloria eterna futura.

PADRE NOSTRO…

ORAZIONE 

O Padre, che nel Cuore del tuo dilettissimo Figlio

ci dai la gioia di celebrare le grandi opere del tuo amore per noi,

fa’ che da questa fonte inesauribile

attingiamo l’abbondanza dei tuoi doni.

Per il nostro Signore Gesù Cristo.

? Il Signore ci benedica, ci preservi da ogni male e ci conduca alla vita eterna. Amen.

             ******

«Prendete il mio giogo sopra di voi, dice il Signore,

e imparate da me, che sono mite e umile di cuore». (Mt 11,29a)

In Cristo Gesù, Figlio di Dio, vero Dio e vero Uomo, nostra Speranza, Via, Verità e Vita, il Risorto per la nostra salvezza, sia benedetta questa giornata.+ don Francesco

News dal Network

Promo