Regione Puglia: I lavori della Commissione bilancio e programmazione

25 Visite

Seduta di audizioni in Commissione bilancio e programmazione, per fare il punto sullo stato dell’arte dei lavori per la realizzazione di nuovi ospedali, centri sanitari specializzati e CUP unico regionale.

CUP unico regionale

L’aggiornamento sulla valutazione di un’integrazione dei sistemi informatici finalizzata al CUP Unico regionale con conseguenti risparmi di spesa, si è reso indispensabile in considerazione del fatto che da quanto è emerso nel corso delle precedenti sedute sul punto, si è giunti al punto che il CUP unico regionale sarebbe tecnicamente possibile, ma alla condizione che vi siano forniti i dati dalle singole Asl. Questo, anche in virtù della delibera di Giunta regionale n. 2378 del 2019, che conteneva un cronoprogramma per l’implementazione e l’ammodernamento delle infrastrutture tecnologiche legate ai sistemi di prenotazione elettronica per l’accesso alle strutture sanitarie, attraverso cui nel 2021 il sistema informatico avrebbe dovuto essere funzionante.  

Oggi sono stati ascoltati il direttore generale dell’Agenzia regionale AReSS ed il responsabile dell’Area gestione tecnica dell’A.O.U.C. Policlinico di Bari. Da parte loro è stato ribadito che il sistema orchestratore messo in atto da InnovaPuglia può funzionare solo se le Aziende sanitarie trasmettono le informazioni, per permettere di dare informazioni utili alle liste d’attesa e nello stesso tempo consentire la visibilità della prenotazione e la possibile erogazione.

Il direttore del Dipartimento salute, presente ai lavori, è intervenuto per comunicare che a breve approderà all’attenzione della Giunta regionale un provvedimento che conterrà una corposa relazione con dettagli rivenienti da tutte le Aziende, che sarà successivamente trasmessa alla Commissione, corredata di tutte le note trasmesse alle direzioni strategiche in cui si evidenziava ciò che si sarebbe dovuto fare, ritenendo assolutamente preclusa la possibilità di adottare la chiusura delle agende. Questo si auspica che possa essere superato con l’adozione del CUP unico gestito da un’unica società che possa fornire un modello di prenotazione alla pari delle altre Regioni, affinchè si possano garantire le prenotazioni e le erogazioni delle prestazioni. Qualsiasi altro tipo di comportamento da parte delle Asl che non è coerente con le norme comunque non è tollerabile.  Adesso si passerà alla fase propedeutica all’aggiudicazione della gara, nel frattempo devono partire le attività di ricognizione delle agende in concomitanza con l’avvio del bando della nuova gara.

Il prossimo aggiornamento sul punto è stato fissato ad una seduta prima della pausa estiva. 

Nuovo Ospedale Monopoli-Fasano

Sono stati ascoltati il RUP e la direzione dei lavori per la verifica periodica sullo stato di attuazione della programmazione finanziaria per l’edilizia ospedaliera e la verifica dell’andamento della spesa del building e degli arredi e le attrezzature dell’Ospedale di Monopoli-Fasano. Dalle recenti verifiche effettuate sul cantiere dalla stazione appaltante si può confermare che per la data del prossimo 5 giugno si potrà certificare la fine dei lavori, dopo l’emissione dell’ordine di servizio da parte della direzione dei lavori, del 5 aprile scorso, con cui si intimava l’appaltatore di non andare oltre i sessanta giorni per ultimare i lavori. Nel frattempo le attività legate alle gare per l’acquisizione di arredi e attrezzature sanitarie procede, senza però aver potuto aggiudicarne nessuna, perché si è in attesa dell’ufficializzazione della sottoscrizione dell’accordo di programma con cui si destinano 85 milioni di euro. Rassicurazioni in tale direzione sono state date dal direttore del Dipartimento salute, che alla luce dei dubbi della stazione appaltante di procedere all’aggiudicazione senza la certezza della coperture finanziaria, sarà trasmessa la comunicazione da parte del Dipartimento. Previsto l’aggiornamento tra un mese. 

“Casa Paisiello” di Taranto

Per la verifica dell’andamento della spesa per il recupero e il restauro dell’edificio “Casa Paisiello” di Taranto, sono intervenuti in audizione l’assessore del comune di Taranto ed il RUP, i quali hanno comunicato che la data ultimazione lavori prevista per il prossimo 21 giugno slitta al 30 settembre a seguito di una rielaborazione del cronoprogramma. 

Aggiornato il punto alla prima seduta utile di settembre.

Day hospital di onco-ematologia di Brindisi

È stato fatto il punto sullo stato dell’arte della spesa per il superamento delle criticità logistiche e strutturali del Day hospital di onco-ematologia di Brindisi. Dall’audizione del dirigente dell’Asl BR è emerso che il 31 maggio è stata pubblicata la gara per l’assegnazione della realizzazione del progetto esecutivo approvato il 20 gennaio scorso. Le offerte dovranno pervenire entro l’8 luglio e successivamente sarà nominata la commissione valutatrice.  

Nuovo Ospedale Maglie-Melpignano e Centro per la cura e la ricerca sui disturbi del comportamento alimentare di Lecce

Il direttore generale dell’Asl Le, convocato in audizione per fare il punto sull’andamento della spesa ed il cronoprogramma per la realizzazione del Centro per la cura e la ricerca sui disturbi del comportamento alimentare di Lecce e per la realizzazione del nuovo ospedale Maglie-Melpignano, non si è presentato ma ha inviato una nota al presidente della Commissione, per ribadire che nel frattempo per ciò che riguarda il nuovo ospedale non sono pervenute novità di alcun genere, mentre per ciò che attiene il Centro per la cura dei disturbi del comportamento alimentare ha inviato una relazione sul trattamento ordinario dei pazienti.  

Il direttore del Dipartimento salute presente ai lavori, è stato sollecitato dal presidente della Commissione per un intervento nel merito, il quale non ha esitato per ribadire che è volontà del presidente della Giunta regionale realizzare il nuovo ospedale del Sud Salento e che si è in attesa della formalizzazione del parere legale per comprendere se il progetto realizzato dalla società che lo si è aggiudicato, possa essere modificato riducendo le sagome, per poter ridurre i costi e avere le speranze di realizzarlo. Il Dipartimento continuerà a seguire il tema sotto questo aspetto per cercare di salvare l’opera e continuare a investire affinchè si dispone delle risorse la cui disponibilità è legata all’approvazione del progetto esecutivo.  

Il direttore del Dipartimento è intervenuto anche sulla questione del Centro per la cura e la ricerca sui disturbi del comportamento alimentare di Lecce, per chiarire che è cosa ben diversa da ciò che oggi viene gestito in regime di day hospital come attività ordinaria o come ospedaliera in regime di ricovero.

Data la necessità di fare chiarezza su entrambi gli argomenti in questione, una nuova convocazione sarà fatta recapitare al direttore generale dell’Asl Le.  

Centro NeMo

In mancanza del responsabile medico di Medicina fisica riabilitativa dell’A.O.U.C. Policlinico di Bari, non si è potuta svolgere l’audizione sulla relazione integrativa al progetto di realizzazione del Centro regionale per le malattie neuromuscolari.

News dal Network

Promo