Premio Giornalistico “Mario Colamartino”, nel ricordo del “Giornalista gentile”

32 Visite

È stata una serata carica di emozioni quella che ha sancito l’evento conclusivo della prima edizione del “Premio Giornalistico Mario Colamartino”, intitolato al compianto giornalista di Corato scomparso lo scorso mese di settembre dopo aver lottato contro una grave malattia.

Tanti gli ospiti che hanno preso parte alla cerimonia di consegna dei premi, svoltasi all’interno del signorile Palazzo Gioia di Corato. Molti coloro che, a vario titolo, sono stati legati alla figura del compianto giornalista coratino, cui è intitolato il premio, e che con lui hanno condiviso percorsi di vita e professionali.

La manifestazione, organizzata dal LiveNetwork e dal periodico locale Lo Stradone, ha potuto godere del patrocinio dell’Ordine dei Giornalisti di Puglia, della Città Metropolitana di Bari e del Comune di Corato, ed è stata sostenuta da Confimi Bari – Bat e Foggia, Fondazione Casillo, Fondazione Cannillo e Granoro.

Il premio, istituito per celebrare l’eccellenza nel giornalismo e per ricordare l’opera e l’eredità professionale di Colamartino, ha visto la partecipazione di numerosi giornalisti e reporter da tutta Italia. Durante la serata, i presenti hanno potuto ascoltare testimonianze sulla vita e la carriera del giornalista scomparso, descritto da tutti come un professionista appassionato e un uomo di grande integrità e gentilezza.

Il “Premio Giornalistico Mario Colamartino” si propone di diventare un appuntamento annuale, un’occasione per valorizzare il giornalismo di qualità e per ricordare una figura che ha lasciato un segno indelebile nel cuore di tanti colleghi e lettori.

Con questa prima edizione, si è voluto dare inizio a una tradizione che, oltre a onorare la memoria di Mario Colamartino, continuerà a promuovere i valori di verità, passione e dedizione che hanno caratterizzato la sua opera giornalistica.

La giuria, composta dai rappresentanti degli enti patrocinanti e sostenitori, ha provveduto ad analizzare le decine di contributi giunti dai giornalisti di tutta Italia e a stilare l’elenco dei vincitori del premio, di mille euro per ciascuna delle quattro categorie in gara. Assegnate anche alcune menzioni per lavori di particolare pregio.

Di seguito i vincitori e le motivazioni di assegnazione del premio.

SEZIONE INCHIESTA E STORIE

Vincitore: Alba Di Palo

MOTIVAZIONE DELLA GIURIA
Il servizio, andato in onda su TeleDehon, racconta con delicatezza ed efficacia l’esperienza del centro diurno “Fratelli tutti” che a Melpignano, in provincia di Lecce, si occupa di ragazzi con disabilità, dando loro speranza e sorrisi. Una testimonianza di grande umanità che merita di essere conosciuta.

Menzione: Francesca Borri

MOTIVAZIONE DELLA GIURIA
Siamo nel distretto di Dara-i-Suf, una remota provincia dell’Afghanistan, zona di fame e miniere. Il reportage, pubblicato sul Venerdì di Repubblica, racconta in maniera lucida e realistica le dure condizioni di vita di uomini, donne e bambini, vessati dai Talebani ma ancor di più schiacciati dalle sanzioni.

SEZIONE PROMOZIONE DEL TERRITORIO

Vincitore: Maria Cristina De Carlo

MOTIVAZIONE DELLA GIURIA
Dalla notte all’alba, il racconto del pellegrinaggio dei fedeli di Sant’Alberto che da Pietramontecorvino arrivano fino al Monte Corvino, nel Foggiano. Il cammino, descritto in maniera suggestiva nel servizio andato in onda su TRM Network, si caratterizza come una variopinta carovana che, grazie all’altezza dei palii e allo sventolare degli scialli ad essi legati, rende visibile il suo procedere anche a molti chilometri di distanza, permettendo di seguire la statua di Sant’Alberto anche a chi resta in paese.

Menzione: Serena Manieri

MOTIVAZIONE DELLA GIURIA
Il reportage, andato in onda su TRM Network, è stato realizzato a Melpignano in occasione dell’ultima edizione de La Notte della Taranta. Si tratta di un lavoro appassionato che ben descrive un evento divenuto nel tempo un vero e proprio tratto identitario del territorio pugliese nel mondo.

SEZIONE SPORT
Vincitore: Adriano Antonucci

MOTIVAZIONE DELLA GIURIA
Un punto di vista molto particolare sul derby tra Fidelis Andria e Barletta. Snocciolando una ad una le lettere dell’alfabeto, l’articolo pubblicato su Barlettaviva rievoca aneddoti, protagonisti e atmosfere di una partita di calcio davvero molto sentita.

Menzione: Siro Palladino

MOTIVAZIONE DELLA GIURIA
L’epopea azzurra in Puglia. L’articolo, pubblicato sul quotidiano “L’Attacco” di Foggia, ripercorre ottant’anni di storia della nazionale italiana di calcio sui campi della nostra regione. Dalla vittoria contro la Cecoslovacchia del 1947 allo Stadio della Vittoria di Bari, fino alla gara, anch’essa vittoriosa, disputata l’anno scorso contro Malta.

SEZIONE UNDER 25

Vincitore: Savio Rociola

MOTIVAZIONE DELLA GIURIA
La presentazione di un libro diventa pretesto per parlare dell’esperienza della genitorialità, in particolare di quella nata in seguito a una adozione. Il pezzo, pubblicato su “In Comunione”, mensile dell’Arcidiocesi di Trani-Barletta-Bisceglie, racconta il miracolo di quello che viene definito “un parto di cuore” dove, per il concepimento, “basta solo lo sguardo”.

News dal Network

Promo