Foggia: vendita illegale fitofarmaci scoperta in azienda rurale, sequestri per 220 mila euro

44 Visite

Una rilevante attività di vendita di fitofarmaci illegali è stata scoperta a Cerignola, in provincia di Foggia, da una “task force”, a cui hanno partecipato il Gruppo carabinieri Forestale del capoluogo dauno con i Nuclei di Cerignola e Ascoli Satriano, gli Ispettori dell’Ispettorato centrale repressione frodi Puglia e Basilicata il Servizio Servio igiene e alimenti di Foggia. Durante i controlli, coordinati dal Gruppo Forestale di Foggia e dall’Icqrf, è stata individuata un’azienda nelle campagne di Cerignola, dedita alla vendita di prodotti fitofarmaci per l’agricoltura. All’interno della attività commerciale è stata riscontrata la presenza di una rilevante quantità di fitofarmaci, con autorizzazione revocata da parte del Ministero della Sanità e quindi illegali, in quanto ne è vietato l’utilizzo, la commercializzazione e la detenzione, nonché il deposito.

E’ stato rilevato che i fitofarmaci, e non solo quelli illegali, erano detenuti in luoghi non idonei e non autorizzati dal servizio Sian dell’Asl competente. I militari e gli ispettori dell’Asl e dell’Icqrf hanno sequestrato amministrativamente i fitofarmaci illegali che, se immessi sul mercato, avrebbero avuto un valore commerciale di circa 220.000 euro. Sono state impartite, inoltre, specifiche prescrizioni per la messa a norma dei locali e per l’acquisizione delle dovute autorizzazioni di merito. Il commercio dei fitofarmaci è disciplinato dal decreto legislativo 69 del 2014, recante una disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni, in cui è contemplato l’immissione in commercio esclusivamente a prodotti autorizzati dal Ministero della Salute.

News dal Network

Promo