Mercato di Foggia illegittimamente spostato ad altra giornata, l’ira degli ambulanti

44 Visite

A Foggia il mercato di venerdì 10 maggio 2024 sarà spostato al giorno sabato 11 maggio: non lo dice la legge, anzi la legge non lo prevede in questo caso, ma lo dice il comune di Foggia venendo meno alla parola data agli ambulanti del mercato settimanale di via Miranda che quanto accaduto in altra, precedente occasione, non si sarebbe più ripetuto.

Quando è arrivata l’ordinanza nr. 21 dell’8 maggio 2024 alla sede di CasAmbulanti la rabbia è esplosa per l’ennesima umiliazione subita nella città di Foggia. Un’ordinanza a firma della sindaca Episcopo Maria Aida-Tatiana con la quale viene comunicato, peraltro in modo poco tempestivo visto il brevissimo tempo di preavviso rispetto ormai all’imminente mercato di venerdì  10 maggio 2024, che il suddetto mercato settimanale di via Miranda sarà posticipato al giorno sabato 11 maggio 2024, per  consentire lo svolgimento dei Test preselettivi per l’ammissione ai corsi TFA Sostegno IX ciclo – A.A. 2023/2024 relativi alla Scuola dell’Infanzia, alla Scuola Primaria e alla Scuola Secondaria di Primo e Secondo Grado, in programma il 7, 8, 9 e 10 maggio 2024 presso la Città del Cinema.

A raccogliere l’ira dei concessionari di posteggio che si vedono illegittimamente privati di un’importantissima giornata lavorativa in un periodo favorevole per il cambio di stagione e con l’ulteriore danno di vedere accavallate le giornate di sabato 11 maggio 2024 in due comuni quindi perdendo comunque il giorno di lavoro in uno dei due concomitanti, è stato il leader sindacale pugliese, Savino Montaruli, Presidente CasAmbulanti, che ha dichiarato: “la brutta storia si ripete, nonostante le rassicurazioni che non sarebbe mai più accaduto. E’ semplicemente vergognoso il modo in cui vengono trattati gli ambulanti che ancora resistono in un mercato disastroso, portato alle estreme conseguenze, dove per un posteggio che vale ormai zero si paga anche fino a 1.500 euro all’anno. Leggiamo che la richiesta del Rettore dell’Università di Foggia, il quale sicuramente non potrebbe mai immedesimarsi, con i suoi compensi, nella miseria che il settore ambulantato sta vivendo, avrebbe addirittura il 2 maggio scorso comunicato lo svolgimento dei test preselettivi del 7, 8, 9 e 10 maggio 2024.

Nessuna possibilità di spiegare  non solo l’illegittimità del provvedimento rispetto alla normativa regionale che è molto chiara in materia di spostamento di giornata di mercato e non contempla assolutamente il caso in specie che neppure riguarda direttamente l’area mercatale quindi un vero abuso, ecco perché l’invito al Prefetto di Foggia, al quale la presente viene altresì inviata, ad approfondire ed assumere i conseguenziali provvedimenti, ricercandone anche le responsabilità. Pare che dal comune di Foggia le “autorità” politiche si siano scusate “per gli eventuali disagi arrecati, non dipendenti dall’amministrazione comunale”. Sarebbe curioso, a questo punto, che l’amministrazione chiarisca da chi sia dipeso tutto questo. Almeno sapremmo a chi chiedere il risarcimento dei danni economici, morali e psicologici che ancora una volta il comune di Foggia sta cagionando alle centinaia di ambulanti del mercato in via di estinzione a causa delle sue condizioni”- ha concluso il Sindacalista.

News dal Network

Promo