Calcio Foggia, Canonico vuole lasciare le quote al Comune: la sindaca Episcopo vuole parlare con l’imprenditore

66 Visite

Una decisione che ha portato implicitamente a due conseguenze drastiche e senza via d’uscita. La scelta di Canonico di volersi slegare dal Foggia Calcio lo ha portato a cedere le quote al Comune e di conseguenza ad interrompere la trattativa per la cessione del club con il fondo americano. FoggiaToday riporta quanto deciso dall’imprenditore e la reazione avuta a Palazzo di Città. La sindaca Maria Aida Episcopo pensava di doversi interfacciare con l’ormai ex presidente rossonero in merito alla gestione dello stadio Zaccheria, ma a quanto pare c’è molto altro dietro. Le parole pronunciate da Canonico nella sua ultima uscita hanno evidenziato un senso di insoddisfazione. La prima cittadina ha subito richiesto un nuovo confronto con l’imprenditore, sostenendo però in da subito il massimo impegno per il Foggia.

L’intervento della sindaca è finalizzato ad evitare che la squadra sparisca ancora una volta dallo scenario calcistico. I tempi sono, però, assai ristretti: il 4 giugno si dovrà perfezionare l’iscrizione, insieme ai pagamenti di emolumenti e ritenute Irpef a tesserati e dipendenti. Inoltre, c’è un ulteriore fattore che ha fatto storcere il naso al Comune: la voglia di cedere le quote senza però coinvolgere quegli imprenditori che l’anno scorso presentarono un’offerta da lui ritenuta oltraggiosa. La sindaca si è dimostrata stizzita non solo della decisione dell’imprenditore di scaricare il Foggia Calcio, ma anche delle condizioni poste.

Photo: ANSA

News dal Network

Promo