Nel foggiano segnalati 63 percettori irregolari del Reddito di Cittadinanza

34 Visite

Ammonta a 63 il numero dei beneficiari che risulterebbero aver indebitamente conseguito il reddito di cittadinanza, per un ammontare complessivo di 691.000 euro, individuati dai finanzieri del Comando Provinciale di Foggia negli ultimi due mesi all’esito di mirati controlli a tutela della spesa pubblica e delle erogazioni previdenziali ed assistenziali.

I controlli hanno interessato tutto il territorio della capitanata e sono stati svolti, in particolare, dalle Fiamme Gialle delle Compagnie di Cerignola e San Severo, nonché delle Tenenze di Vieste, San Nicandro Garganico e Torre Fantine.

Tutti i percettori del sussidio in relazione a cui, dalle indagini svolte, si ritiene manchino i requisiti, sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Foggia e, contestualmente, segnalati alla Direzione Provinciale INPS per la sospensione delle erogazioni.

I relativi procedimenti penali vertono ancora nella fase delle indagini preliminari e tutti gli indagati non possono essere considerati colpevoli sino alla pronuncia di una sentenza irrevocabile di condanna.
Numerose sarebbero le irregolarità riscontrate dalle Fiamme Gialle, che vanno dalla mancanza del requisito della residenza effettiva nel territorio nazionale alle mendaci dichiarazioni inerenti alla composizione del nucleo familiare, dall’omessa dichiarazione dello svolgimento di attività lavorative, in diversi casi anche esercitate in nero, alla perdita del diritto al beneficio in conseguenza dello stato di detenzione.
In un comune del Gargano, un intero nucleo familiare avrebbe presentato istanze per ottenere il reddito di cittadinanza, allegando una dichiarazione sostitutiva mancante dell’indicazione dell’esatta composizione del nucleo familiare, riscuotendo così indebitamente una somma complessiva di oltre 21.400 euro.
Il contrasto alle frodi nei settori previdenziale e assistenziale mira a garantire l’effettivo sostegno alle fasce più deboli della popolazione, evitando il dispendio di risorse a beneficio di soggetti non aventi diritto.

News dal Network

Promo