Foggia: spaccio droghe con videosorveglianza e accessi blindati per eludere indagini, 7 arresti

62 Visite

I militari dell’Arma dei carabinieri della Compagnia di San Severo e della locale Stazione hanno eseguito due distinte ordinanze di custodia cautelare, emesse dal giudice delle indagini preliminari del Tribunale di Foggia su richiesta della Procura della Repubblica, nei confronti di sette persone (cinque dei quali sottoposti alla misura della custodia cautelare in carcere e due agli arresti domiciliari) accusati, in concorso tra loro, di spaccio di sostanze stupefacenti.

Stando a quanto si apprende, l’indagine, condotta a partire dal mese di ottobre 2023 sotto la direzione della Procura della Repubblica, ha raccolto indizi di reità ritenuti gravi in relazione a due differenti attività di spaccio di droga al dettaglio, cocaina, hashish e marjuana, che i sette indagati, appartenenti a due differenti nuclei familiari, avevano avviato nelle loro rispettive abitazioni situate nel centro storico del comune dauno, con sistemi di video-sorveglianza e accessi blindati da inferriate per eludere le indagini, in favore di assuntori sia sanseveresi, sia provenienti da comuni o regioni limitrofe.

A riscontro delle attività condotte, nel corso delle indagini sono state arrestate in flagranza di reato due persone, denunciate altre cinque. Sono stati sequestrati 239,53 grammi di hashish, 9,30 di marijuana, 7,92 di cocaina e 3,45 di eroina. Inoltre, durante l’esecuzione delle misure restrittive, i carabinieri hanno eseguito ulteriori due arresti in flagranza di reato, avendo rinvenuto all’interno dell’abitazione di uno dei due nuclei familiari e sequestrato circa 3,2 chilogrammi di hashish suddivisi in ‘panetti’, oltre a 10 grammi circa di cocaina suddivisa in dosi.

News dal Network

Promo