La Serata Uappissima arriva al Provo Cult di San Giovanni Rotondo

59 Visite

Dal cantautorato raffinato di Checco Curci, a quello scanzonato lo-fi di Bouvier, all’l’intenso e ricercato progetto Temo Babila: sabato 27 aprile dalle 21.00 al Provo Cult, in via Cocle a San Giovanni Rotondo (FG), arriva il collettivo/label pugliese Dischi Uappissimi. Dopo Putignano e Taranto, la terza tappa del tour è in Capitanata. Una serata-evento ad ingresso libero (con tessera soci Provo Cult) completamente dedicata ai progetti artistici, musicali e visivi del collettivo. Sul palco si alterneranno ben 3 concerti per altrettanti progetti di grande scrittura cantautoriale. «Prima ancora di essere un’etichetta – spiega l’ideatore Antonio Conte – Dischi Uappissimi è un collettivo artistico volto a dar voce a un territorio ricco di grandi potenzialità. Abbiamo la fortuna di avere in appena 70 km di raggio una diversità e qualità artistica davvero notevole. Ho creduto fin da subito che unendo le forze e cercando di sviluppare progetti collettivi, avremmo fatto grandi cose. Cinque anni dopo, eccoci qui, a portare in giro nei migliori live club pugliesi un format live con i progetti artistici attivi del collettivo. La prima data all’Ex Macello di Putignano dello scorso ottobre e la seconda al Mercato Nuovo di Taranto sono andate benissimo, ora puntiamo tutto sull’appuntamento nel foggiano al Provo Cult».

Si parte con TEMO BABILA, un‘entità artistica libera nata a Noci (BA) che dopo la trilogia di singoli rilasciati tra il 2021 e 2022 con la prima formazione, si accinge a presentare nel 2024 dopo un lungo periodo di autoproduzione, il nuovo progetto specchio di un’identità frammentata e sfuggente. Poi la serata prosegue con Bouvier, realtà che nasce dalla collaborazione di Giovanni Palmer e Fabrizio Faco Convertini. Giovanni Palmer è un chitarrista ed autore già per i Carena, Fabrizio Facø Convertini è un produttore, bassista, tastierista, nonché videomaker, ha collaborato negli anni con Renzo Rubino e molti altri. Dal 2021 hanno lanciato 4 singoli esibendosi in apertura ai concerti di Niccolò Fabi e Diodato. La scorsa settimana è stato lanciato l’ultimo singolo “La Finestra”. Terzo a salire sul palco del Provo Cult è Checco Curci, urbanista e appassionato di cavalli, già fondatore del festival BucoBum che per 10 anni ne cura la direzione artistica che porta a Noci il meglio del cantautorato emergente italiano. Nel 2023 lancia il suo primo album “Anche solo per un saluto” che vanta la supervisione artistica di Riccardo Sinigallia: un debutto audace ed elegante di un nuovo credibile adepto della canzone italiana.

L’evento di sabato 27 aprile alle 21:00, con ingresso gratuito con tessera ProvoCult.
Prima e durante il concerto sarà possibile godere anche della mostra fotografica “Intorno alla Musica” della fotografa pugliese Nicole Depergola e a fine serata con la selection musicale a tema di Antonio Contest.

News dal Network

Promo