Carabinieri morti, Manfredonia ricorda il maresciallo Pastore

42 Visite

Nel pomeriggio di oggi, nello stadio di Manfredonia è stato ricordato il maresciallo dei carabinieri 25enne Francesco Pastore, morto sabato scorso a Campagna, nel Salernitano, con l’appuntato scelto Francesco Ferraro, di 27 anni, travolti da un Suv mentre erano in servizio.

Erano entrambi pugliesi: Pastore di Manfredonia e Ferraro di Montesano Salentino. A rendere omaggio al maresciallo sono stati il Manfredonia calcio e Manfredonia sportiva.

«Una dolorosa tragedia che ha sconvolto non solo la nostra comunità, ma l’Italia intera – ha detto Gianni Rotice, patron del Manfredonia calcio – oggi ho accompagnato il papà Matteo, anch’egli carabiniere, nel giro di campo con addosso la maglia del Manfredonia calcio. Abbiamo deposto un mazzo di fiori biancoceleste sotto la gradinata est a cui è seguito il toccante minuto di silenzio accompagnato dal lancio di palloncini da parte dei bambini della scuola calcio, nelle cui fila aveva militato lo stesso Francesco. L’abbraccio con papà Matteo è stato profondo e toccante. La perdita di un figlio è incolmabile ed impagabile”.

Rotice ha sottolineato che “per onorare la sua memoria propongo alle istituzioni di intitolare al maresciallo Pastore la costruenda nuova caserma dei carabinieri presso l’ex Istituto nautico, progetto approvato e finanziato lo scorso anno dall’amministrazione comunale di cui è prossima la cantierizzazione. Si tratta di un riconoscimento a futura memoria al merito di un esemplare giovane sipontino morto per servire l’Italia, n

News dal Network

Promo