Carabinieri: Foggia, cerimonia in ricordo maresciallo ucciso nel 2019

38 Visite

Si è svolta a Cagnano Varano, in provincia di Foggia, la cerimonia, organizzata dal Comando Provinciale dei carabinieri di Foggia, in memoria del luogotenente dell’Arma Vincenzo Carlo Di Gennaro (all’epoca maresciallo), ucciso il 13 aprile del 2019 durante un servizio perlustrativo, da un pregiudicato 65enne. In ricordo del militare, deceduto nell’adempimento del dovere, è stata celebrata una messa nella chiesa di San Francesco d’Assisi, a cui hanno preso parte il comandante della Legione Carabinieri Puglia generale di Brigata Ubaldo Del Monaco, il comandante provinciale dei carabinieri di Foggia colonnello Michele Miulli, il sindaco di Cagnano Varano Michele Di Pumpo e autorità civili e militari della provincia.

Dopo un momento di raccoglimento sul luogo teatro dell’efferato omicidio con la deposizione di una composizione floreale, la commemorazione è poi proseguita nel Municipio, dove scolaresche locali hanno letto diversi elaborati sulla legalità realizzati in memoria del militare, “esempio per le giovani generazioni di impegno e dedizione spinti fino all’estremo sacrificio”. Dal 20 dicembre 2019, il Luogotenente Di Gennaro è stato insignito della medaglia d’oro al valor civile alla memoria con la seguente motivazione: “Addetto a Stazione distaccata operante in un’area caratterizzata da un elevato indice di criminalità, con spiccata professionalità e determinata iniziativa, nel consapevole adempimento dei propri doveri, durante un servizio di controllo del territorio, insieme ad altro militare – si legge – non esitava ad avvicinare per un controllo un pericoloso pregiudicato, denunciato nei giorni precedenti, il quale, mosso da irragionevole risentimento, estraeva repentinamente una pistola, esplodendo diversi colpi d’arma da fuoco che lo ferivano mortalmente. Splendido esempio di quotidiana dedizione e impegno profuso in favore della comunità ed esemplare interprete dei più alti valori dell’Arma dei Carabinieri, spinti fino all’estremo sacrificio”. Di Gennaro svolgeva il suo servizio a Cagnano Varano ma era nativo di San Severo.

News dal Network

Promo