Presentazione ufficiale della nuova rivista letteraria pugliese “La Calce & il Dado”

74 Visite

È prevista per lunedì, 15 aprile 2024, la presentazione ufficiale della nuova rivista semestrale di studi letterari La calce & il dado la cui testata nasce sotto l’ispirazione di una celebre poesia di Vittorio Bodini e dalla volontà e dalla passione di un gruppo di intellettuali pugliesi riunitisi ufficialmente nell’APS Verso Levante, fondata e presieduta da Vito Davoli.

«L’ineccepibile organizzazione di Anna Santoliquido – come ha dichiarato lo stesso Davoli – ci consentirà di riunirci al completo nella prestigiosa cornice della Biblioteca Ricchetti a Bari per offrire al pubblico che vorrà presenziare, una proposta fresca, contemporanea e di altissimo spessore contenutistico che siamo certi non deluderà».

Interverranno, infatti, a Bari il direttore responsabile Corrado Azzollini, il direttore editoriale Gianni Antonio Palumbo, il vicedirettore responsabile e art-designer Vito Davoli insieme all’intero comitato scientifico i cui nomi non hanno certo bisogno di presentazioni:  Nicola Accettura, Marco Ignazio de Santis, Mariasole Di Cosmo, Giulia Poli Disanto, Giulia Notarangelo, Anna Santoliquido e Alfredo Vasco.



La serata vanterà anche, in collegamento da Milano, l’intervento del poeta Guido Oldani, ideatore del Realismo Terminale, al quale nel primo numero è dedicata un’intera rubrica denominata Osservatorio Realismo Terminale che contiene un corpus di opere inedite del poeta milanese intitolato Un sottopasso e dedicato al giovane Michele Ubaldi che ha vissuto nel sottopassaggio ferroviario di Melegnano. Come spiega lo stesso Oldani, «Michele poco prima di scomparire mi aveva chiesto di scrivere un libro sulla sua vita. Ho mantenuto la parola con questo poemetto, appunto, che non mancherà di meravigliare i lettori più attenti».



Si parte, quindi, dalla Puglia ma gli orizzonti si aprono fin dove creatività, studio e valori condivisi consentono di arrivare in spirito di condivisione.

Il numero in corso, che abbiamo avuto modo di sfogliare grazie all’APS Verso Levante, è ricco di contributi di particolare interesse e spessore organizzate attorno alle sezioni di critica letteraria, narrativa, poesia, teatro, testimonianze e recensioni. Fra le tante ci piace citare l’intenso contributo del prof. Marco Ignazio de Santis dedicato a Vittorio Bodini dal titolo Uno sguardo dal poggio o l’acuto saggio critico di Mariasole Di Cosmo, Il canto silenzioso: Alba De Céspedes rivisita il mito delle sirene. Nel cinquantenario della morte della giovane poetessa Giuliana Brescia (1945-1973), Anna Santoliquido, sua biografa ufficiale, le dedica un contributo appassionato dal titolo L’anima e l’infinito che precede la prima parte della lettura di Daniel Defoe ad opera di Giulia Poli Disanto, incentrata sulla figura di Lady Roxana, cortigiana d’alto bordo.

Particolarmente accattivante la sezione dedicata alla poesia, esteticamente sviluppata in modo diverso riseptto alle altre sezioni, con ampie foto dei poeti su pagine a sfondo grigio scuro che ne esaltano i contenuti e ne accentuano l’eleganza: sottolineiamo, in questa sezione, la presenza dei versi della nota poetessa molfettese Ada de Judicibus Lisena e della giovane concittadina Roberta Carlucci, insieme a numerosi altri contributi.

Alfredo Vasco e Gianni Antonio Palumbo arricchiscono la sezione dedicata al teatro con due testi particolarmente godibili, rispettivamente Epilogo e Il treno mentre la narrativa è affidata a due racconti di Nicola Accettura (Una buca scavata da un proiettile di cannone e MACS0647-JD) e uno di Giuseppe Palumbo, Acquafredda. Di Anna Santoliquido si occupa la sezione “Testimonianze” che lascia poi spazio alle recensioni fra le quali citiamo quelle di Giulia Notarangelo (alla quale Nicola Biffi dedica a sua volta una recensione alla silloge Quel che resta), di Francesca Amendola, di Giulia Poli Disanto e di Peter Zeller.

Un numero dunque particolarmente ricco, impreziosito da una copertina donata dall’artista Natale Addamiano, Con le stelle 2017, e da un’impostazione grafica contemporanea e vivace che già gli osservatori hanno salutato come una novità fresca e particolarmente opportuna per un tentativo di reimpostazione del contesto nel quale la letteratura viene ad operare in Puglia e non solo. Insomma, tutte le frecce sembrano aver centrato il segno per un esordio che promette un prosieguo dei lavori da cui non ci si aspetta nulla di meno.

Sarà dunque opportuno godersi la presentazione prevista per lunedì, 15 aprile, alle ore 17,30 presso la Biblioteca Ricchetti in via Sparano, 145 a Bari. Evento patrocinato dalla stessa Biblioteca Ricchetti e dall’APS Verso Levante.

I nostri auguri di lunga vita a questa nuova promettente esperienza letteraria.

 Angelo Selletti

News dal Network

Promo