Puglia: Bellomo (Lega), territorio da settimane sotto riflettori per scandali e inchieste, ora chiarezza

37 Visite

«Sono giorni complicati per la nostra Puglia, e in particolare per Bari, città al centro di attenzione per una serie di scandali e indagini che ne hanno offuscato lo splendore. Come deputato della Lega e, prima ancora, come cittadino pugliese, tengo a sottolineare la mia fede nel garantismo, principio imprescindibile fino all’ultimo grado di giudizio. Tuttavia, non posso negare il turbamento che queste vicende hanno portato nella nostra comunità, tradizionalmente simbolo di accoglienza e luminosità. L’atteggiamento bellicoso del sindaco di Bari, che parla di ‘guerra’ contro il Ministro dell’Interno, mi preoccupa. Si tratta di un attacco diretto a un’istituzione che sta semplicemente adempiendo al proprio ruolo. Altrettanto inquietante è l’ammissione del presidente della Regione di aver interagito con figure criminali come se fossero interlocutori normali.


Questi comportamenti non rispecchiano i valori della nostra terra. Il numero esorbitante di indagini e di arresti è una realtà che mi addolora e mi spinge a richiedere una pronta e completa chiarificazione. La nostra Puglia merita ben altro e non è questo il futuro che immagino per la nostra regione. In questo contesto, diventa quanto mai opportuno riconsiderare e finalmente portare ad approvazione la legge regionale che avevo proposto in ordine ai requisiti di professionalità, di onorabilità ed autonomia dei soggetti che svolgono funzioni di amministrazione, direzione e controllo presso i Consorzi, Agenzie, Fondazioni e Società partecipate della Regione Puglia. L’adozione di questo provvedimento contribuirebbe significativamente a ristabilire fiducia e integrità nelle istituzioni e nelle figure pubbliche. È ora di fare piena luce su questi eventi sconvolgenti. Dobbiamo andare oltre, lavorando insieme per ristabilire l’immagine positiva di Bari e dell’intera Puglia, per il bene dei nostri concittadini e delle generazioni future».


Lo dichiara il deputato pugliese della Lega Davide Bellomo, primo firmatario della proposta di legge regionale.

News dal Network

Promo