Foggia: procuratore aggiunto su inchiesta Manfredonia, da Riesame confermato impianto accusa

62 Visite

«L’impianto accusatorio può ritenersi ampiamento confermato”. E’ quanto il procuratore aggiunto del tribunale di Foggia Silvio Marco Guarriello, precisa a proposito delle notizie diffuse “da alcuni organi di stampa locali” rispetto all’esito dei ricorsi presentati davanti al tribunale del Riesame dagli indagati nell’inchiesta che ha interessato la città di Manfredonia e l’ex amministrazione comunale (il Municipio attualmente è commissariato). Il 9 marzo scorso sono state arrestate sette persone accusate, a vario titolo, di corruzione, concussione, estorsione, peculato, falso, minacce, lesioni personali e violenza privata. Il Riesame si è pronunciato ieri. Venne coinvolto e arrestato anche l’ex assessore comunale Angelo Salvemini che però non si è appellato contro l’ordinanza cautelare. “Le notizie fornite – spiega il procuratore aggiunto – hanno enfatizzato in maniera fuorviante tali decisioni proponendole come una smentita dell’impianto accusatorio”. Tra le sette persone arrestate alcuni funzionari pubblici in servizio attualmente o in passato nel Comune di Manfredonia, e in una società partecipata. Tre i filoni d’indagine diretti dalla Procura della Repubblica del capoluogo dauno.

News dal Network

Promo