Tatarella: Fondazione, “impegno di Pinuccio permette a destra di governare oggi Italia e domani Europa”

39 Visite

0171Siamo passati da una coalizione di centrodestra nata nel 1994 a una coalizione di destra-centro e questo è stato reso possibile grazie allo sforzo, all’impegno, al sangue e alla fatica di chi ha dedicato la sua intera vita affinché la destra governasse oggi in Italia e domani l’Europa”. Così Fabrizio Tatarella, vice presidente della Fondazione Tatarella, nel convegno del trentennale della prima vittoria del centrodestra, avvenuta il 27 e il 28 marzo 1994, a Bari.

”Oggi si può realizzare quello in cui Pinuccio non riuscì. Nel maggio 94 – ha raccontato Fabrizio Tatarella, nipote del ministro dell’armonia – Pinuccio Tatarella, in sostituzione di Silvio Berlusconi, andò a rappresentare l’Italia in un Consiglio europeo. Ebbene il suo omologo belga si rifiutò platealmente di stringergli la mano perché considerato fascista, perché considerato esponente di un governo fascista. Esattamente la tarantella che dicono oggi nei confronti di Giorgia Meloni.

Pinuccio rimase male per quell’episodio perché capì che nonostante la vittoria del 27 e del 28 marzo 1994, per Alleanza nazionale che nacque dieci mesi dopo nel gennaio del 1995, bisognava che passasse ancora tanta acqua sotto i ponti perché nessuno si permettesse di dire più alla destra italiana di essere fascista. Pinuccio ha pagato per tutti noi, per tutti voi e anche per Giorgia Meloni la possibilità che qualcuno si rifiutasse di stringergli la mano e di riconoscere alla destra italiana, passata attraverso il voto democratico, la possibilità di rappresentare l’Italia e l’Europa. Quello che è accaduto a Pinuccio trenta anni fa, non potrà più accadere e non accade a Giorgia Meloni». (foto Formiche.net)

News dal Network

Promo