Gdf Foggia, scoperti 28 lavoratori in nero

50 Visite

Sono 28 i lavoratori “in nero” scoperti dai reparti della Guardia di Finanza in provincia di Foggia nell’ultimo mese.
I controlli sono stati svolti, in particolare, a Cerignola, Manfredonia, Accadia, Cagnano varano, San Marco in Lamis e Vieste.

Le irregolarità riscontate dalle Fiamme Gialle hanno interessato 14 datori di lavoro titolari di attività di ristorazione, bar, pasticcerie, panetterie, rivendita di abbigliamento, ludoteche e un centro estetico che è risultato completamente sconosciuto al fisco in quanto sprovvisto di partita Iva.

Da segnalare anche la posizione di un ristoratore di Cerignola che impiegava esclusivamente manodopera “in nero”.

Nei confronti di 4 titolari delle citate attività è stata avanzata proposta di sospensione dell’attività imprenditoriale in quanto sono state accertate condizioni di lavoro irregolare e/o gravi violazioni in materia di tutela della salute e della sicurezza del lavoro.

Il lavoro nero è piaga per l’intero sistema economico perché sottrae risorse all’erario, mina gli interessi dei lavoratori, spesso sfruttati, e consente una competizione sleale con le imprese oneste. (antennasud)

News dal Network

Promo