Vieste: traffico e spaccio cocaina calata da terrazzo con sistema canaline, 7 arresti

55 Visite

Tra gennaio e luglio del 2022 avrebbero gestito un florido traffico di droga di cui si approvvigionavano da fornitori di Cerignola e che poi veniva venduta al dettaglio a Vieste, in provincia di Foggia. I carabinieri avrebbero censito numerosissimi episodi di spaccio (documentandone più di 5.000, circa 50/60 al giorno), per lo più avvenuti in un’abitazione del centro storico della cittadina garganica, sorvegliata mediante un impianto di video-sorveglianza. E’ quanto accertato dai carabinieri delle Compagnie di Cerignola e Manfredonia che hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Foggia su richiesta della Procura della Repubblica, nei confronti di 9 indagati (di cui 4 destinatari di custodia cautelare in carcere, 3 degli arresti domiciliari e 2 del divieto di dimora in provincia di Foggia), ritenuti responsabili a vario titolo dei reati di traffico, detenzione illecita e spaccio di sostanze stupefacenti.

L’attività investigativa venne avviata in seguito alla deflagrazione, avvenuta a Vieste il 7 gennaio 2022, di un ordigno artigianale che aveva danneggiato il portone di ingresso dell’abitazione di un pregiudicato del luogo. Gli inquirenti hanno ricostruito gli espedienti utilizzati durante le consegne agli assuntori, che dopo aver depositato il denaro in un cestino calato dall’alto, ricevevano lo stupefacente, per lo più di cocaina, attraverso un ingegnoso sistema di canaline, grazie alle quali le dosi dal terrazzo del fabbricato venivano recapitate al piano strada. I carabinieri hanno stimato che nei cinque mesi di indagine lo spaccio al dettaglio avrebbe fruttato agli indagati guadagni per circa 25.000/30.000 euro mensili. Durante le investigazioni, i militari dell’Arma hanno arrestato 6 persone in flagranza di reato per detenzione illecita finalizzata alla vendita di sostanza stupefacente, ne hanno denunciata una in stato di libertà per lo stesso reato e hanno segnalato alla Prefettura di Foggia 17 assuntori. Sono stati, inoltre, sequestrati complessivamente circa 1,3 kg di sostanza stupefacente (hashish, cocaina e marijuana) e circa 2.400 euro in contanti, considerati provento dell’attività di spaccio.

News dal Network

Promo