Assessora Puglia indagata, “saputo da stampa, estranea a fatti”

32 Visite

«Rispetterò, ovviamente, tutte le determinazioni degli Organi inquirenti, consapevole della mia assoluta estraneità a qualsivoglia ‘combine’ elettorale o illecito di qualsiasi tipo».

Lo afferma in una nota l’assessora regionale pugliese ai Trasporti, Anita Maurodinoia (Pd), che sarebbe tra gli indagati per voto di scambio politico-mafioso nell’inchiesta della procura di Bari che lunedì scorso ha portato all’arresto di 130 persone.

    «Apprendo da organi di stampa, e solo da questi – afferma – di essere ‘indagata’ per presunto ‘voto di scambio’ e di essere oggetto d’investigazioni da ben 5 anni.

Pur consapevole della delicatezza e segretezza che caratterizzano indagini di tal fatta, rappresento di non aver mai ricevuto in tutto questo tempo alcuna informazione di garanzia o notifica di qualsivoglia provvedimento giudiziario”. “Constato, da quel che mi è dato leggere – afferma ancora – che fonte di prova sarebbero intercettazioni tra persone che non conosco, le quali, oltre me, nominano, con disinvolta leggerezza, soggetti, anch’essi, non coinvolti nei tristi fatti agli onori della cronaca.

Ciò evidenzio al solo fine di circoscrivere ed inquadrare la portata della presunta accusa a mio carico”. “Apprezzo, pertanto – conclude – la prudenza con la quale la Magistratura ha operato, e sta operando, che ha evitato, almeno fino ad oggi, le facili e stucchevoli strumentalizzazioni che, ferme restando le sacre prerogative della stampa, trovano terreno fertile in informazioni quali quella oggi diffusa». (ansa)

News dal Network

Promo