Chiamano all’una di notte il 118 ma è uno scherzo, è caccia ai cretini nel foggiano

35 Visite

È inaccettabile chiamare il 118 per uno scherzo, soprattutto di notte. Questi gesti irresponsabili mettono a rischio la vita di chi ha realmente bisogno di soccorso. L’ambulanza e l’auto medica che sono intervenute avrebbero potuto essere impegnate in un’emergenza reale, con conseguenze gravissime. E’ quanto accaduto nel foggiano.

Stando a quanto si apprende, artefici della finta chiamata di emergenza sarebbe lo stesso gruppo di cretini che avrebbe fatto recapitare persino i Vigili del Fuoco ed un corriere per alimenti d’asporto presso l’abitazione di una famiglia, ignara di quanto stesse accadendo. Oltre a sprecare risorse preziose, questi scherzi causano un notevole disagio agli operatori sanitari, che si ritrovano a dover gestire situazioni spiacevoli e frustranti. È importante ricordare che il 118 è un servizio di emergenza e va utilizzato solo in caso di reale necessità.

Chiunque faccia uno scherzo al 118 dovrebbe essere consapevole delle possibili conseguenze e punito severamente. Serve una maggiore sensibilizzazione sul tema, affinché questi episodi non si ripetano più. Ricordiamo che tali azioni potrebbero rientrare anche nel reato di procurato allarme: annunziando disastri, infortuni o pericoli inesistenti, suscita allarme presso l’autorità o presso enti o persone che esercitano un pubblico servizio, è punito con l’arresto fino a sei mesi o con l’ammenda da euro 10 a euro 516. (pugliareporter)

News dal Network

Promo