Protesta trattori, ‘importeremo i politici dall’estero’

46 Visite

«Gli agricoltori danno un triste annuncio: importeranno i politici dall’estero come importano il grano».

È quanto si legge su un manifesto listato a lutto attaccato su uno dei trattori parcheggiati in piazza Moro, cuore di Barletta. I mezzi agricoli restano fermi lì mentre per le vie della città si sta snodando il corteo attraverso cui imprenditori agricoli e semplici cittadini, chiedono tutele per il comparto.

«I nostri problemi sono quelli di tutti i cittadini che devono sapere a cosa vanno incontro con le importazioni selvagge e con l’applicazione di norme europee che ci penalizzano», afferma Ruggiero Tanzi del movimento Liberi agricoltori barlettani spiegando che «passeremo la notte in piazza come abbiamo fatto la scorsa settimana e domani andremo a Bari sperando di incontrare i rappresentanti della Regione».

«Noi portiamo il nostro malcontento ma anche alcune proposte: sarà poi compito di chi ci governa dare risposte nette e concrete», aggiunge uno dei manifestanti ricordando che «sono da rivedere anche gli aiuti previsti dalla Pac, la Politica agricola comune».

«Noi piccoli imprenditori che abbiamo a che fare anche con l’approvvigionamento idrico, ci sentiamo schiacciati dalle grandi industrie del settore», sottolinea un altro manifestante. Al corteo, aperto dallo striscione su cui si legge “Mangia sano, compra italiano”, partecipano anche bambini. «Siamo almeno 300 persone – conclude Tanzi- e se domani da Bari non arriveranno le risposte che speriamo, torneremo a Roma: il governo ci deve ascoltare». (Fonte: ansa)

News dal Network

Promo