Avvistata una lontra nell’oasi laguna del re nel Foggiano

56 Visite

 Una lontra è stata ripresa dalle telecamere nell’oasi laguna del re di Manfredonia (Foggia).

E’ stata dunque confermata la sua presenza, a distanza di qualche anno dal precedente avvistamento, all’interno della zona umida protetta.

A darne notizia è la stessa oasi che sottolinea che “il video eccezionale certifica la presenza della lontra” e “consacra l’ottimo lavoro svolto finora per la tutela delle zone umide di Manfredonia”. La lontra è una specie protetta rarissima tipica dei fiumi e delle zone umide. Nel 1986, ricorda ancora l’oasi, dopo il censimento nazionale del wwf “i risultati furono sconfortanti perchè la lontra risultò quasi completamente scomparsa in Italia. In Puglia, le residue popolazioni si limitavano esclusivamente lungo i fiumi Ofanto e Fortore in poche aree”.

    Negli anni a seguire dal 2000 in poi, grazie alla maggiore attenzione e protezione degli ambienti fluviali e alle zone umide, alla istituzione delle aree protette e alla rete natura 2000, la popolazione di lontre ha iniziato a riprendersi. Il resto, si aggiunge, “è storia di oggi, con questo bellissimo video delle telecamere dell’oasi, segnale chiaro dell’importanza strategica delle zone umide del Golfo di Manfredonia per la tutela della biodiversità su scala nazionale”.

Dall’oasi ribadiscono anche che “fra le minacce antropiche più gravi nei confronti di questa specie c’è la distruzione degli habitat che avviene tutt’oggi nonostante le norme e le leggi e segnaliamo senza dubbio anche l’impatto con gli autoveicoli e la conseguente frammentazione ambientale dovuto al fitto reticolo stradale con conseguente ritrovamento di esemplari deceduti per l’impatto con autoveicoli”. (ansa)

News dal Network

Promo