Sanità Foggia “Dall’Asl no a pagamenti contanti e no prenotazioni visite ed esami con il cellulare

32 Visite

Disagi per i cittadini che si recano all’Azienda sanitaria locale di Foggia per i pagamenti in contanti dei ticket e per prenotazioni e disdette di visite ed esami di laboratorio da telefonia mobile. Il consigliere regionale della Lega, Joseph Splendido, rappresenta queste difficoltà al governo regionale.

Il consigliere rivolge un’interrogazione urgente a risposta scritta al presidente della Regione, Michele Emiliano, ed all’assessore alla Salute, Rocco Palese. “L’Asl della provincia di Foggia ha recentemente deciso di rifiutare il pagamento in contanti per visite ed analisi, indipendentemente dall’importo, causando disagi ai cittadini che preferiscono utilizzare la moneta di Stato – riferisce il consigliere regionale – tale decisione rappresenta una limitazione illegittima del diritto dei cittadini di utilizzare il contante, creando discriminazioni nei confronti di coloro che non dispongono di carte di pagamento”.

“Il pagamento dei ticket tramite tabaccherie o poste – spiega – con l’aggiunta di commissioni, comporta un maggiore onere economico per i cittadini, specialmente per malati, anziani, e donne incinte che hanno difficoltà a spostarsi; il numero verde (800466222) per prenotazioni e disdette di visite ed esami presso il Cup Foggia è gratuito solo da telefoni fissi, creando confusione e costi aggiuntivi per chi utilizza telefoni cellulari”. “Ll’uso della moneta è regolamentato da disposizioni di legge – prosegue il consigliere –  e il rifiuto del contante è considerato un illecito depenalizzato punito con una multa di 30 euro; il problema del numero verde per prenotazioni e disdette di visite ed esami presso il Cup Foggia penalizza chi utilizza telefoni cellulari”. Il consigliere della Lega approfondisce il piano giuridico: “Il diritto di utilizzare il contante è garantito dall’articolo 1277 del codice civile e dalle normative europee che stabiliscono che le banconote emesse dalla Bce e dalle banche centrali nazionali sono l’unico denaro avente corso legale nell’Ue; inoltre, la Commissione Europea ha ribadito l’obbligo di accettare banconote e monete come mezzo normale di pagamento”. Splendido chiede al governo della Regione “quali sono le motivazioni alla base della decisione dell’Asl di Foggia di rifiutare il pagamento in contanti per visite ed analisi, come la Regione intende intervenire per garantire il diritto dei cittadini di utilizzare il contante presso le strutture sanitarie, rispettando le normative vigenti, quali sono le soluzioni al fine di rendere sempre gratuito il numero verde per le chiamate anche da telefoni cellulari”.

News dal Network

Promo