Salis. Amati: “Inaccettabile violazione di principi fondamentali, da denunciare anche per Italia e Medio Oriente. Mozione”

13 Visite

 Dichiarazione del consigliere e commissario regionale di Azione, Fabiano Amati. 

«Il caso di Ilaria Salis è un’inaccettabile storia di gogna e violazione della presunzione d’innocenza, che impone ferme proteste contro il governo ungherese, non senza trascurare – però – l’altrettanto grave violazione registrata spessissimo in Italia sullo stesso principio e sui problemi relativi alla detenzione e alla condizione carceraria. 

A ciò si aggiunga, in termini ancor più gravi, la situazione sulle stesse violazioni e sulla pena capitale, registrata in rarissimi stati occidentali e nella maggior parte dei Paesi del medio oriente, anche per assurdi reati limitativi delle libertà sessuali e religiose; anche su questi fatti la pressione politica dell’Italia deve farsi sentire, invocando il diritto penale della libertà e di stampo democratico, senza indugiare in alcuna timidezza e senza alcun silenzio equivalente al sospetto di fiancheggiamento. 

In questo senso presenteremo una mozione per l’esame e l’approvazione del Consiglio regionale».

News dal Network

Promo