Rinnovo commissioni. Laricchia: “Il Consiglio Regionale non è una ludoteca”

28 Visite

“Quanto accaduto oggi per il rinnovo delle commissioni consiliari si può definire con una sola parola: vergogna.  Vergognoso anche il fatto che oggi non ci fosse la diretta streaming delle commissioni, al contrario di quanto accade di solito. Almeno però i cittadini si sono risparmiati questo spettacolo indegno. Una questione che si trascina da otto mesi, a causa di liti interne alla eterogenea maggioranza di Michele Emiliano su come spartirsi le presidenze. Il Consiglio viene di fatto esautorato e si decide nelle riunioni di maggioranza di paralizzare le attività delle commissioni solo per questioni di poltrone.” Lo dichiara la consigliera del M5S Antonella Laricchia, oggi presente in sesta commissione. 

“Dopo i continui rinvii – continua Laricchia – oggi il colpo di teatro: convocazione sì, ma senza che si raggiungesse il numero legale. Evidentemente anche la presidente Capone non ha potuto trovare il coraggio di dare vita al quarto rinvio, perché le scuse erano finite. Il posto giusto in cui continuare con i giochetti e dispettucci di casa Emiliano degli ultimi mesi non è il Consiglio Regionale ma la ludoteca.

News dal Network

Promo