Calcio: incidenti derby Taranto-Foggia, Daspo per 5 tifosi rossoneri

44 Visite

Agenti della Polizia di Stato di Taranto hanno notificato il provvedimento di Daspo (divieto di assistere ad avvenimenti sportivi) emesso dal Questore Massimo Gambino nei confronti di cinque tifosi del Foggia ritenuti presunti responsabili di atti violenti all’interno dello Stadio Iacovone, nel corso dell’incontro di calcio dello scorso 3 settembre tra le squadre del Taranto e del Foggia. La sezione ‘Tifoseria’ della Digos del capoluogo jonico, nel prosieguo delle indagini relative a quegli incidenti ha individuato altri cinque sostenitori della squadra ospite che si sarebbero resi responsabili dell’accensione e del lancio di fumogeni sul campo di gioco inducendo il direttore di gara a sospendere momentaneamente la partita.

Le indagini lunghe e meticolose supportate anche dal prezioso apporto dei colleghi della Polizia Scientifica avrebbero permesso di immortalare i cinque – tutti originari del capoluogo dauno – e di identificarli nonostante fossero tutti travisati da passamontagna che nell’immediato avrebbe reso difficoltoso il loro riconoscimento. Per due di loro rispettivamente di 33 e 23 anni è stato disposto il Daspo di cinque anni, per un terzo anch’egli giovanissimo il periodo di divieto è stato stabilito nella durata di tre anni, per i restanti due supporters la misura di polizia è stata di due anni.

In occasione di quella gara , precisamente alla fine della partita, alcuni tifosi del Foggia diedero fuoco ad alcuni materiali. L’incendio provocò un grosso e pericoloso incendio che ha reso necessaria la chiusura dello stadio della città jonica per alcune settimane. Il 27 dicembre a seguito di indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Taranto, la Polizia di Stato del capoluogo jonico ha eseguito un’ordinanza cautelare agli arresti domiciliari, emessa dal giudice per le indagini preliminari del tribunale, nei confronti di due tifosi foggiani presunti responsabili di incendio aggravato. Il rogo rischiò di propagarsi ad altri settori dell’impianto.

News dal Network

Promo