Riapre scuola primaria alle isole Tremiti, era chiusa dal 2012

49 Visite

Potrebbe riaprire dal prossimo anno scolastico la scuola primaria e dell’infanzia alle Isole Tremiti nel Foggiano, comune che attualmente conta 496 abitanti.

    Lo ha annunciato il vice sindaco Luciano Cafiero il quale sottolinea che “il prossimo anno scolastico sarà avviato alle Diomedee un percorso scolastico sperimentale per i bambini tremitesi.

I due percorsi – spiegano dall’amministrazione comunale – saranno attivati al raggiungimento di almeno due bambini iscritti per ciascuno e faranno parte della sede distaccata dell’istituto omnicomprensivo Libetta di Peschici.

Attualmente sull’isola sono presenti dodici bambini nella fascia di età interessata dall’apertura della scuola primaria e dell’infanzia.

    «L’obiettivo – continua Cafiero è anche quello di scongiurare sempre più lo spopolamento anagrafico dell’arcipelago, per cui le iscrizioni dell’anno scolastico 2024-2025 sono aperte per i bambini tra i 3 e i 5 anni per la scuola dell’infanzia e dai 6 ai 10 anni per la scuola primaria.

    Un obiettivo concreto e tangibile destinato a tranquillizzare le famiglie isolane che, da anni, chiedono l’attivazione dei corsi didattici della scuola pubblica».

    I genitori interessati al percorso sperimentale potranno presentare la manifestazione di interesse iscrivendo i propri figli ai corsi entro e non oltre il prossimo 10 febbraio per capire se ci siano i numeri per l’avvio delle lezioni del prossimo anno scolastico. La scuola a San Domino venne chiusa con l’anno scolastico 2011-12 quando l’unico alunno iscritto – doveva frequentare la quinta elementare – si trasferì sulla terraferma con la famiglia. Una decina di anni prima – a inizio 2003 – aveva chiuso anche la scuola di San Nicola. Intanto – fanno sapere dall’amministrazione comunale – tra qualche settimana da febbraio sarà attivato sull’isola il servizio di asilo nido aperto per tutto l’anno anche d’estate (e potrà accogliere anche i bambini in vacanza con le famiglie sull’isola) e sarà esteso ai bambini da 0 a sei anni. «E’ un’estensione che garantiamo quest’anno – spiegano sempre dall’amministrazione – perchè in realtà il nido è frequentato dai bambini da 0 a 3 anni, ma non essendo attiva la scuola dell’infanzia, per quest’anno la forbice viene ampliata». (ansa)

News dal Network

Promo