Safiter: dal 16 al 18 dicembre al teatro Verdi di San Severo con talk, proiezioni e tanti ospiti

71 Visite

Dopo l’appuntamento del 14 dicembre a Fasano, il Sa.Fi.Ter (Film Festival Internazionale Salento Finibus Terrae) continua a San Severo, nel foggiano, dal 16 al 18 dicembre. Nel prestigioso Teatro Verdi, le tre giornate del festival del cortometraggio vedranno ospiti diverse personalità del mondo del cinema, tra cui gli attori Fabrizia Sacchi, Gabriele Pizzurro e Antonio De Matteo, protagonisti del film “Stranizza d’amuri”, e Maddalena Stornaiuolo, Agostino Chiummariello e Antonio De Matteo, tra i protagonisti della fortunata serie “Mare Fuori”. 

Il Sa.Fi.Ter, quest’anno giunto alla ventesima edizione, guarda con particolare attenzione ai più giovani. Tutte le iniziative in programma al festival, infatti, vedranno il coinvolgimento degli istituti secondari di II grado e dell’Università di Foggia, con un programma ben studiato che include, oltre a proiezioni e incontri, anche la realizzazione degli “incontri con il cinema”, moderati dal giornalista Raffaele Romano e dal critico cinematografico Giovanni Bogani. Agli incontri, oltre agli studenti, è invitato anche il pubblico.

Per Romeo Conte, ideatore del festival, sono i ragazzi i veri protagonisti del festival, soprattutto in una terra come quella di San Severo: «I ragazzi hanno bisogno di bellezza, hanno bisogno di arte. Hanno bisogno di scavare dentro sé stessi, emozionarsi, e quale mezzo migliore per farlo se non il cinema? Questa edizione è dedicata a loro, ma anche ai genitori, con cui tratteremo tanti temi: solitudine, periferia, amore, crescita».

Sa.Fi.Ter è realizzato nell’ambito dell’Apulia Cine festival Network 2023 con il sostegno della Regione Puglia e Apulia Film Commission – risorse liberate POR Puglia 2000-2006, Misura 2.1. Il festival è sostenuto dal Comune di San Severo, sindaco Francesco Miglio e assessora alla Cultura Celeste Iacovino, e dall’associazione Egnathia presieduta da Laura De Mola, insieme a diversi sostenitori locali nelle singole tappe.

Il programma del Sa.Fi.Ter. a San Severo prevede dunque tre giorni di appuntamenti no-stop. Si inizia il 16 dicembre, alle ore 16.00, con la proiezione della sezione di cortometraggi internazionali Mondo Corto, tutti in lingua originale sottotitolati. Alle 19.00 il critico cinematografico Giovanni Bogani sarà in dialogo con Davide Minnella, regista del film “Cattiva Coscienza”, e l’attore protagonista Filippo Scicchitano. Il 17 dicembre inizia con la proiezione della sezione Diritti Umani alle 10.30, dalle 15.00 la sezione Young World con la proiezione di due corti fuori concorso e la presenza di Maddalena Stornaiuolo, Agostino Chiummariello, Serena Codato e Antonio De Matteo, tra i protagonisti della fortunata serie “Mare Fuori”, che saranno in dialogo con il pubblico dopo la proiezione di “Sufficiente”, corto di Stornaiuolo e Antonio Ruocco.

Presente anche il protagonista del film, il giovane Alessio Conte. A seguire il corto “Un cuore due colori” di Marco Maraniello, presente in sala assieme ai due attori protagonisti Alessandro Orrei e Francesco Piccirillo. Alla masterclass parteciperanno anche i protagonisti del film “Stranizza d’amuri”, l’opera prima di regia dell’attore Beppe Fiorello: Fabrizia Sacchi, Gabriele Pizzurro e Antonio De Matteo. Seguirà alle 20.00 la proiezione del film di Fiorello, vincitore del Nastro D’Argento 2023 per il miglior esordio alla regia. “Stranizza d’amuri”, ispirato da un fatto di cronaca degli anni ’80, il delitto di Giarre, è una pellicola dolce e tenera di condanna all’omofobia, e a quelle radici culturali difficili da estirpare e stravolgere.

Il 18 dicembre, alle 10.30, ci saranno la proiezione del film “Il più grande sogno” di Michele Vannucci e la masterclass con il protagonista Mirko Frezza, che dopo la proiezione incontra gli studenti. Con Alessandro Borghi e Ivana Lotito, il film di Michele Vannucci si allontana dalle solite narrazioni della periferia romana che contraddistinguono il neorealismo o prodotti più recenti come Suburra, ma è un ritratto autentico che sa fondere melodramma e commedia, regalandoci un personaggio dalle tinte forti e inteso. 

Nel pomeriggio alle 15.00 si procederà alla proiezione del documentario “Illuminando la storia”, regia di Romeo Conte, con protagonisti i giornalisti Lirio Abbate, Gianluca Tenti, Gabriele Canè e il sindaco di Firenze Dario Nardella. Realizzato e prodotto da Firenze Smart e Comune di Firenze in occasione del 30° anniversario della strage di via dei Georgofili, “Illuminando la storia” è un invito a non dimenticare ciò che è stata l’Italia in quegli anni drammatici minati da mafia e terrorismo. Subito dopo è in programma la proiezione della sezione Corti Italia. E ancora, alle 18.30 ci sarà la masterclass con l’attore Giovanni Esposito e, a seguire, la proiezione del film che lo vede protagonista, “Benvenuti in casa Esposito”, regia di Gianluca Ansanelli.

L’ingresso al festival e agli “incontri con il cinema” è gratuito.

Tra i sostenitori del festival si ringrazia inoltre Sandro Ferretti specialista del dessert, Palazzo Ducale, I vini e l’olio di Nonno Vittorio, Pelosi Shop, I fiori di Valeria, i ristoranti di San Severo De Gustibus e trattoria la Cantinella, Margherita Self Bistrò e Masseriola Antiche Fogge di Fasano, Hotel Giancola, Corte di Caterina Firenze e Carnipiù di Torremaggiore.

News dal Network

Promo