Confartigianato lancia la campagna #acquistiAMOlocale

46 Visite

Il 2023 si avvia a conclusione e, con l’approssimarsi del periodo natalizio, torna a crescere la fiducia dei consumatori.

A novembre, secondo i dati preliminari, l’inflazione ha evidenziato un netto calo, scendendo a +0,8%, dato che non si registrava da marzo 2021. Contribuiscono a questo valore una netta flessione sul piano congiunturale dei prezzi dei beni energetici ma anche un rallentamento della crescita del prezzo dei beni alimentari (+6,1%, era +6,3% a ottobre), con conseguente freno alla crescita su base annua dei prezzi del “carrello della spesa” (+5,8%, era +6,1% a ottobre).

Contemporaneamente, nel terzo trimestre 2023 la spesa delle famiglie, a prezzi costanti, segna un incremento dello 0,7% sul trimestre precedente.

Sulla base di questi dati, l’Ufficio studi di Confartigianato Imprese stima che a dicembre la spesa delle famiglie italiane in alimentari, bevande e altri prodotti e servizi tipici del Natale sarà pari a circa 24,4 miliardi di euro, con la Puglia attestata su 1.474 milioni: circa il 6% del totale nazionale.

Una fetta importante di questi consumi sarà intercettata proprio da imprese artigiane e micro, piccole e medie aziende che offrono prodotti e servizi di qualità. In Puglia, in particolare, il peso dell’artigianato nei settori d’offerta dei prodotti e servizi tipici del natale è superiore alla media nazionale.

News dal Network

Promo