Di Mauro (Sipps): “rafforzata la collaborazione tra diversi livelli di assistenza pediatrica”

44 Visite

Dall’uso della telemedicina nell’assistenza agli antibiotici nelle infezioni delle vie aeree in età evolutiva, dallo sport praticato dal bambino e dall’adolescente agli effetti extrascheletrici della vitamina D, dalle immunodeficienze nell’ambulatorio del pediatra alla ginecologia e sessualità, senza dimenticare il triage telefonico, la prevenzione e la terapia di primo livello per i disturbi del comportamento alimentare, la bioetica dell’età evolutiva e l’oncoematologia pediatrica.
 
Queste le tematiche affrontate dalla Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale (Sipps), che dal 23 al 25 settembre ha riunito a Forio d’Ischia un Consiglio Direttivo allargato, un incontro intersocietario a cui hanno preso parte più di 40 esperti della salute del bambino e dell’adolescente, l’uno di fianco all’altro per parlare dei documenti scientifici che stanno per essere portati a termine e di quelli che vedranno la luce nel 2024.
 
Importante, come sempre, la presenza di esperti dei diversi ambiti assistenziali, assistenza primaria, con pediatri di famiglia e Antonio D’Avino, presidente della Federazione Italiana Medici Pediatri (Fimp), ospedaliera ed universitaria, a testimoniare la continua e proficua collaborazione tra tutte le realtà della pediatria italiana.
 
È infatti molto importante, in un momento in cui si indirizzano i giovani pediatri italiani verso le subspecialità, mantenere in tutti i pediatri una visione generalista e dare all’assistenza pediatrica un’impostazione integrata tra territorio, ospedale ed università.
 
Ospitato presso l’Hotel Grazia alla Scannella, l’evento, dal titolo ‘L’officina delle idee, dei progetti e delle iniziative della Sipps, con i giovani pediatri, i meno giovani, i diversamente giovani’, ha visto i pediatri di oggi confrontarsi e discutere con quelli di domani, con l’obiettivo di delineare e mettere nero su bianco tutto ciò che possa essere utile alla pediatria italiana in vista dei prossimi anni.
 
Nel Consiglio Direttivo allargato si è delineato il timing delle attività dei pediatri della Sipps: la ‘Consensus intersocietaria sugli effetti extrascheletrici della vitamina D’, di cui il professor Giuseppe Saggese è promotore e collaboratore, sarà conclusa nel secondo semestre del 2024. «Questa Consensus, di respiro internazionale e che ha tra gli autori anche esperti stranieri – ha spiegato il Presidente Sipps, Giuseppe Di Mauro – sarà realizzata in lingua inglese e troverà spazio su una importante rivista internazionale impattata. Contemporaneamente sarà disponibile in lingua italiana».
 
«Tutti i capitoli sono stati divisi in vari sottogruppi
– ha proseguito – che presentano almeno due esperti internazionali che si occupano dei rispettivi argomenti, come ad esempio la vitamina D e l’asma o la vitamina D e le infezioni respiratorie ricorrenti».
 
Alla fine di ottobre 2023 verrà pubblicato un opuscolo pensato dai pediatri della Sipps per le adolescenti e le famiglie. “Si tratta di un documento innovativo – ha ricordato Di Mauro – perché è stato messo a punto con l’ausilio di circa 30 video di brevissima durata, circa due minuti, con domande e risposte, realizzati per i giovani con il linguaggio dei giovani, ma che sarà utilissimo anche ai loro familiari, con l’intento di
supportarli nel dialogo con i propri adolescenti su problemi davvero delicati. A differenza dei video dei social, questi saranno realizzati da esperti pediatri e ginecologi pediatrici appartenenti alla Sipps ed alla Società Italiana di Ginecologia dell’Infanzia e dell’Adolescenza (Sigia), tra cui Metella Dei e Gabriele Tridenti, a garanzia di una informazione corretta e altamente competente”.
 
Il documento relativo al triage telefonico è già stato pubblicato, mentre uscirà, al massimo all’inizio del 2025, la Guida pratica per affrontare i Disturbi del comportamento alimentare. Il documento, che si sofferma su un tema molto delicato e che nasce con l’intento di supportare le famiglie con giovani che hanno problemi di anoressia e obesità, è coordinato da Margherita Caroli.
 
Sempre per l’inizio del 2024 i pediatri riuniti nella località campana completeranno la traduzione del ‘WHO pocket book on primary care in pediatrics’, libro dell’Organizzazione Mondiale della Sanità sulle cure primarie nell’area dell’Europa occidentale. I coordinatori del lavoro sono Margerita Caroli, Gianni Bona e Maria Carmen Verga.
 
L’incontro tenutosi a Forio d’Ischia è stato inoltre l’occasione per delineare anche i futuri impegni della Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale: si comincia con l’edizione 2024 del nuovo anno del congresso ‘Napule è Pediatria Preventiva e Sociale’, che si terrà a Napoli dal 26 al 28 aprile, per arrivare all”Handbook in otorinolaringoiatria pediatrica’, coordinato da Attilio Varricchio e Michele Fiore. «Un documento – ha affermato Di Mauro – che nasce con una visione prettamente rivolta ai bambini e che è stato realizzato in collaborazione con diversi pediatri italiani. Nel secondo semestre del 2024 vedrà la luce la parte relativa alla revisione sistematica del difetto selettivo di IgA, insieme alla revisione dei nuovi campanelli d’allarme per le Immunodeficienze».
 
«La Guida pratica ‘Le immunodeficienze nell’ambulatorio del pediatra’, coordinata da Lucia Leonardi e Michele Fiore
ha concluso – sarà presentata al Congresso nazionale Sipps, di scena a Bologna dal 23 al 25 novembre. E sempre a Bologna sarà presentata la Consensus intersocietaria sull’Impiego giudizioso della terapia antibiotica nelle infezioni delle vie aeree in età evolutiva».

Promo