Foggia: tabaccaia uccisa in rapina, arrestato presunto complice, avrebbe fornito arma

86 Visite

Questa mattina i carabinieri del Comando Provinciale di Foggia hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un uomo indiziato di concorso in rapina aggravata e omicidio, commessi lo scorso 28 agosto a Foggia ai danni della titolare 72enne, Francesca Marasco, della tabaccheria di via Marchese de Rosa.

Le indagini, condotte dai militari dell’Arma con la direzione della Procura della Repubblica del Tribunale di Foggia e tuttora in corso, hanno consentito di raccogliere quelli che vengono definiti “concreti elementi di reità” nei confronti di un uomo accusato di avere indicato la tabaccheria da rapinare all’autore materiale dell’omicidio – un 43enne di nazionalità marocchina rintracciato a Napoli lo scorso 2 settembre e già sottoposto a fermo del pubblico ministero – e di avergli fornito il coltello utilizzato per l’uccisione della donna, nonché le mascherine e i guanti indossati durante il delitto, ricevendo in cambio, secondo precedenti accordi, parte del denaro che l’omicida avrebbe prelevato all’interno dell’esercizio commerciale prima della fuga.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti, il delitto sarebbe maturato in seguito alla pianificazione, concordata con il presunto omicida, di una serie di rapine da perpetrare a più tabaccherie della città individuate – in cambio della spartizione dei proventi delle attività delittuose dall’uomo arrestato oggi, rintracciato dai Carabinieri a Foggia e rinchiuso nel carcere cittadino.

News dal Network

Promo