Regione Puglia, 11,8 mln euro concedibili al progetto RCS Digital

45 Visite

“Ammissione della proposta alla fase di presentazione del progetto definitivo”. E’ quel che scrive il Dipartimento sviluppo economico servizio incentivi alle piccole e grandi imprese della Regione Puglia a fronte del progetto inviato da RCS(rizzoli corriere della sera) Innovation srl, sede legale in via Angelo Rizzoli,  Milano.

Il programma industriale—che ha ottenuto esito positivo dopo l’istruttoria predisposta da Puglia Sviluppo spa– da localizzare in Bari è denominato RCS Digital. Investimento complessivo di euro 22.414.420,00, gli aiuti concedibili da parte della Regione  pari a 11.833.286,55 euro con previsione di realizzare, nell’esercizio a regime, un incremento di occupati non inferiore a 40 unità( 1 dirigente e 39 impiegati).

I contenuti della proposta definitiva devono riportare obiettivi e presupposti sotto il profilo economico commerciale e industriale, il piano finanziario di copertura degli investimenti, le ricadute occupazionali. Bisogna allegare, tra gli altri, i seguenti documenti : progetto definitivo, formulario relativo al percorso di ricerca e sviluppo sperimentale, planimetria generale dalla quale risultino la dimensione e configurazione del suolo aziendale, delle superfici coperte, eccetera, relazione di sintesi sull’impatto di occupazionale.

 RCS Innovation srl dovrà tenere conto delle prescrizioni in tema di documentazione antimafia, codice Ateco(Produzione di software non connesso all’edizione. Ricerca e sviluppo sperimentale nel campo delle scienze naturali e dell’ingegneria nel luogo oggetto dell’investimento), portata innovativa del progetto.

“In relazione alla RCS It Accademy—annotano i funzionari regionali pugliesi—si chiarisce che le attività di formazione e le spese ad essa strumentali non saranno ammesse alle agevolazioni… Al fine di procedere con le successive fasi istruttorie, si richiede che sia data evidenza del recepimento delle prescrizioni all’interno di tutti gli elaborati progettuali presentati nelle successive fasi”.

RCS Innovation srl nasce nel primo semestre del 2023, capitale sociale 10.000,00 euro, la proprietà, 100%, in capo a RCS Media Group spa, sede legale via Angelo Rizzoli, Milano.

Presidente e amministratore delegato di quest’ultimo è Urbano Roberto Cairo, consiglieri di amministrazione Federica Calmi, Carlo Cimbri, Benedetta Corazza, Alessandra Dalmonte, Diego Della Valle, Uberto Fornara, Veronica Gava, Stefania Petruccioli, Marco Pompignoli, Stefano Simontacchi, Marco Tronchetti Provera.

RCS Media Group risulta essere tra i principali Gruppi europei in ambito editoriale, leader nei giornali quotidiani in Italia e Spagna, attivo nei libri, magazine, tv, radio e nuovi media, oltre a essere tra i primari operatori nel mercato della raccolta pubblicitaria(in Italia tramite la partecipata Cairo Rcs Media spa).

Il Gruppo RCS edita il Corriere della Sera e la Gazzetta dello Sport, edizioni locali e settimanali e mensili.

Al 30 giugno 2023 i ricavi consolidati del Gruppo milanese si attestano a 439, 2 milioni di euro, i ricavi digitali aumentano nel complesso a 101 milioni di euro, i ricavi pubblicitari del primo semestre 2023 nella misura di euro 179,4 milioni, la raccolta pubblicitaria complessiva sui mezzi on line raggiunge la cifra di 67,7 milioni di euro.

I più importanti indicatori di performance digitali confermano la “ rilevante posizione di mercato di RCS con i brand Corriere della Sera e  la Gazzetta dello Sport che si attestano nel periodo gennaio-maggio 2023 rispettivamente a 31,1 milioni e a 19,8 milioni di utenti unici medi al mese e nel periodo gennaio-giugno 2023 rispettivamente a 3,9 milioni e 2,7 milioni utenti unici giornalieri medi al mese. Anche nei primi cinque mesi del 2023 RCS è risultato primo editore on-line in Italia con un dato aggregato di 32,3 milioni di utenti unici mensili medi”.

L’indebitamento finanziario netto complessivo, a fine giugno 2023, che comprende anche debiti finanziari per leasing ex IFRS 16(principalmente locazioni di immobili), per complessivi 135 milioni di euro , ammonta a 204,4 milioni di euro in crescita di 30 milioni di euro rispetto al 31 dicembre 2022.

Il risultato netto del Gruppo RCS, al 30 giugno 2023, di euro 30,3 milioni risulta in incremento di 6,1 milioni e riflette gli esiti dei tassi di interesse sugli oneri finanziari netti che aumentano complessivamente di 2,1 milioni di euro considerando l’anno 2022.

Promo