Tabaccaia uccisa: fiori davanti al locale, “cancro divora Foggia”

86 Visite

«Nessuno dovrebbe morire per una mano assassina»; «Quante vittime innocenti dobbiamo ancora contare»; «Foggia lastricata di sangue e lacrime ancora»; “La Foggia perbene ti chiede scusa».

«Riposa in pace»: sono alcuni dei messaggi, accompagnati da fiori, lasciati davanti alla saracinesca della tabaccheria in via Marchese De Rosa a Foggia, la cui titolare 72enne è stata uccisa ieri mattina, quasi certamente durante un tentativo di rapina.

«Tutti in città conoscevano Francesca e in tanti la descrivono come una “gran lavoratrice, donna disponibile e perbene».

La sua tabaccheria, ora posta sotto sequestro, era aperta da decenni e Francesca l’ha gestita per anni con l’anziana madre, scomparsa anni fa. In città è tanta l’indignazione. Sui social si susseguono le attestazioni di stima e affetto nei confronti della vittima e dei suoi familiari. In uno dei tanti messaggi lasciati davanti alla tabaccheria, divenuta per tutti «il simbolo del non ritorno», si legge lo sconforto delle gente perbene: «Foggia perbene piange la morte di Franca, vittima innocente del cancro che attanaglia e divora la città».

News dal Network

Promo