Salute. Oblio oncologico, in Puglia risoluzione per attuazione legge

27 Visite

Sostenere la rapida e definitiva approvazione del progetto di legge sull’oblio oncologico. Lo chiede, attraverso una risoluzione, Massimiliano Stellato, consigliere regionale pugliese di Italia viva. Nell’atto di indirizzo, per il quale è stata richiesta la discussione immediata nel primo Consiglio regionale utile in Puglia, si invita la giunta a promuovere “azioni di informazione con gli enti locali, le istituzioni e le associazioni al fine di assicurare una piena conoscenza del diritto all’oblio oncologico”.

“Le discriminazioni nell’esercizio dei propri diritti, da parte delle persone guarite da tumori – dichiara Stellato – si traducono in prassi che negano loro l’accesso a servizi finanziari, bancari, l’avvio o la prosecuzione di assicurazioni sanitarie e polizze vita o che comportano oneri e garanzie ulteriori per l’accesso a mutui o finanziamenti. Si riscontrano, inoltre, limitazioni nelle procedure di adozione. Il 3 agosto la Camera dei deputati, attraverso un grande impegno del nostro partito, ha approvato all’unanimità la proposta di legge sul diritto all’oblio per i pazienti oncologici. In attesa dell’esame da parte del Senato, è necessario sostenere le successive fasi istituzionali del percorso per la definitiva approvazione del progetto di legge, operando poi per la sua positiva e puntuale applicazione in Puglia”.

Infine Stellato, definendo quella dell’oblio oncologico una “sacrosanta battaglia” per un diritto, invita a “prendere in esame la realizzazione, anche in accordo con il ministero della Salute e con associazioni e fondazioni, tavoli tecnici a supporto della migliore applicazione della legge”.

Promo