Trasporti. Giunta Puglia: ok ad avvio aggiornamento piano triennale servizi

[epvc_views]

Nella seduta di ieri la Giunta regionale della Puglia ha dato mandato alla Sezione Trasporto Pubblico Locale e Intermodalità di avviare le attività per l’aggiornamento del Piano Triennale dei Servizi per il periodo 2024-2026, per l’aggiornamento dei servizi minimi di trasporto pubblico locale regionale nonché dei relativi costi standard, quale riferimento per la quantificazione dei corrispettivi da porre a base di gara per l’affidamento dei servizi di TPL.

«La revisione del Piano Triennale dei Servizi per il periodo 2024-2026 si è resa necessaria per accompagnare l’articolato processo di modificazione e aggiornamento dei servizi minimi di trasporto automobilistico, come precedentemente definiti con D.G.R. n. 2304 del 09.12.2019, al fine di attualizzare i livelli rispetto alle specifiche e puntuali esigenze sopravvenute e agli evidenti mutati scenari del TPL – ha spiegato l’assessore ai Trasporti e alla Mobilità sostenibile, Anita Maurodinoia -. Nel contempo il Piano Triennale dei Servizi aggiornato fornirà alla Sezione Trasporto Pubblico Locale e Intermodalità l’indirizzo per l’aggiornamento delle competenze, oggi poste in capo agli Ambiti Territoriali Ottimali, relative alle funzioni di programmazione e amministrazione regionale per i servizi ricadenti nel proprio ambito».

Il Piano Triennale dei Servizi definisce l’insieme dei servizi di TPL, con indicazione dei servizi minimi e degli eventuali servizi aggiuntivi, l’organizzazione dei servizi con individuazione delle reti e dei bacini e degli enti locali rispettivamente competenti, i servizi speciali, le risorse destinate all’esercizio dei servizi minimi e la loro attribuzione agli enti rispettivamente competenti, le risorse destinate agli investimenti, le integrazioni modali e tariffarie. È approvato dalla Giunta regionale, sentite le competenti Commissioni consiliari previa Conferenza di servizi. La redazione dell’aggiornamento del Piano Triennale dei Servizi, unitamente alla procedura di Valutazione Ambientale Strategica comprensiva della Valutazione di Incidenza, come previsto dalla citata legge regionale, sarà effettuata mediante ricorso a prestazione professionale esterna di comprovata esperienza nel settore o mediante procedure a evidenza pubblica.

News dal Network

Promo