Puglia. Avviso smart-in per siti archeologici: proposte da 75 comuni

117 Visite

Sono 75 i Comuni pugliesi che hanno presentato la candidatura progettuale per l’Avviso SMART-IN Siti Archeologici per il finanziamento di interventi per la valorizzazione di aree e parchi archeologici nella disponibilità di enti locali. Il termine per presentare le candidature scadeva lo scorso 4 agosto e la grande risposta che abbiamo registrato dimostra quanto fosse sentita l’esigenza di intervenire sul patrimonio archeologico. A comunicarlo Grazia Di Bari, consigliera delegata alle Politiche culturali della Regione Puglia.

«La Commissione di valutazione – le parole Di Bari si era già insediata il 2 agosto e ha valutato i primi 15 progetti trasmessi in ordine temporale di arrivo. Tra i progetti già ammessi possiamo citare quelli presentati da Castro, Porto Cesareo, Rignano Garganico, San Paolo di Civitate, Mattinata, Parabita, Rutigliano. Voglio segnalare che alcuni enti locali, le cui proposte nella prima valutazione non hanno conseguito il punteggio minimo di 70 punti, hanno avuto la possibilità di ripresentare la domanda entro la scadenza, visto il meccanismo a sportello di gestione dell’Avviso. Subito dopo la pausa di ferragosto, la Commissione procederà alla valutazione di tutte le domande ancora da esaminare, mentre il dipartimento Cultura sarà impegnato a reperire ulteriori fondi allo scopo di ammettere a finanziamento il maggior numero possibile di progetti validi, andando così oltre la dotazione finanziaria iniziale di 14 milioni di euro. Il bando – conclude – assume ancora più importanza alla luce della mostra allestita a Nanchino, in Cina, in cui migliaia di visitatori hanno potuto ammirare numerosi reperti archeologici della Puglia».

News dal Network

Promo