Ordona: sabato 27 maggio incontro pubblico con il Sindaco

123 Visite

Di opportunità connesse alla gestione di spazi museali, creativi e artistici col fine di migliorarne la fruizione, l’accessibilità e la gestione, si parlerà sabato 27 maggio dalle ore 15,30 presso la Biblioteca Comunale di Ordona, in provincia di Foggia.

L’incontro pubblico, intitolato “Herdonia Civitas Florens”, è promosso dal Comune di Ordona in sinergia con Learning Cities, impresa specializzata in processi di rigenerazione culturale e turistica, ed è incentrato sul Museo HerMA, il museo archeologico di Herdonia, l’antica città romana scoperta nel secolo scorso su una collina a sud-ovest dell’attuale Ordona.

L’iniziativa – la cui partecipazione è gratuita previa registrazione obbligatoria al seguente link: www.tinyurl.com/54ukx8cb – è rivolta agli operatori che si occupano di gestione e valorizzazione di musei e luoghi culturali, e alle imprese e organizzazioni del terzo settore che lavorano nel campo della cultura e creatività – inclusi quelli del turismo, dell’artigianato e dell’arte – con l’obiettivo di progettare attività e azioni per una rinnovata offerta culturale del Museo HerMA.

Nell’occasione, verranno illustrati modelli e strumenti normativi che possano essere adottati per la futura gestione del museo archeologico, i diversi progetti in corso nel territorio, finalizzati al potenziamento dell’attrattività del contesto, e i contenuti sintetici del bando promosso dal Ministero della Cultura (MIC) – a supporto delle imprese di tutti i settori che intendono insediarsi nei borghi destinatari dei finanziamenti PNRR M1C3, tra i quali è annoverato anche il comune di Ordona -.

Nella seconda parte i partecipanti verranno coinvolti in attività di progettazione partecipata per identificare attività e proposte specifiche per il Museo HerMA. Tali suggestioni confluiranno in un unico documento volto a definire la futura strategia di gestione e organizzazione del Museo.

«La concomitanza di diverse opportunità finanziarie – afferma Adalgisa La Torre, sindaco di Ordona – favorisce oggi la definizione di una strategia per lo sviluppo culturale e turistico della città che sia finalmente efficace e che consentirà, attraverso sinergie con attori qualificati e un processo condiviso dal basso, di porre le premesse per la creazione della destinazione turistica Ordona.»

«L’importanza del patrimonio archeologico – aggiunge Antonio Massari, Presidente di Learning Cities – come attrattore turistico è innegabile. Offrire ai visitatori la possibilità di scoprire e comprendere la storia e la cultura di una destinazione è un modo per arricchire l’esperienza turistica e promuovere la conservazione di questi tesori del passato. Naturalmente è essenziale implementare modelli di gestione moderni e direttamente interconnessi con i diversi livelli di servizio espressi, principalmente in ambito culturale, ma non solo, dal territorio».

News dal Network

Promo