Caracciolo: l’abbattimento delle liste d’attesa è l’obiettivo primario del PD

74 Visite

«L’abbattimento delle liste di attesa è uno degli obiettivi principali del gruppo consiliare del Partito Democratico. Stiamo lavorando con le Asl e i direttori generali per raggiungerlo nel più breve tempo possibile così da alleviare i continui disagi con i quali i cittadini devono fare i conti». Così il presidente del gruppo Pd, Filippo Caracciolo, al termine di un incontro tra i consiglieri regionali democratici, l’assessore regionale alla sanità Rocco Palese, il direttore del dipartimento salute Vito Montanaro e la dottoressa Antonella Caroli.

«Quando si parla di liste di attesa – afferma Caracciolo – bisogna partire dal presupposto che si tratta di un problema nazionale e che ci si muove in un contesto complesso e gravato dal covid. La pandemia ha fatto differire una lunga serie di interventi e il long covid ha fatto esplodere la domanda sanitaria sui problemi cardiovascolari, psichiatrici e pneumologici oltre che sulla cura dei disturbi alimentari.

In questo quadro – prosegue Caracciolo – il consiglio regionale, in particolare il Partito Democratico, ha chiesto e ottenuto un investimento di 30 milioni di euro per l’abbattimento delle liste di attesa. Il piano di recupero delle liste approvato dalla giunta rappresenta una unicità, basti pensare che lo Stato non ha inserito nella legge di bilancio alcuna risorsa al fine di dimezzare le liste di attesa. In Puglia, vogliamo perseguire con forza questo obiettivo.

Confrontandoci con l’assessore Palesespiega il presidente del gruppo Pd – gli abbiamo chiesto  di focalizzare l’attenzione sulle criticità. Serve mettere a sistema tutte le politiche relative a servizi e infrastrutture sanitarie presenti sul territorio, in maniera tale da garantire una tempestiva attività oltre che la qualità delle prestazioni. Il tutto è finalizzato alla mobilità passiva. Va sottolineata, inoltre, la presenza di tante eccellenze nella nostra Regione. Per questo motivo, abbiamo chiesto all’assessore e al direttore di predisporre una adeguata informazione. I cittadini devono conoscere i vari servizi e potervi accedere senza problemi.

La crescita della nostra sanità – rimarca Caracciolo – passa anche per gli investimenti sulle nuove tecnologie. La Puglia è già protagonista di un percorso virtuoso che la vede come unica, insieme a Campania e Basilicata, ad aver individuato le tariffe sulla telemedicina. Altro argomento è quello della carenza dei medici di famiglia a causa dei numerosi pensionamenti. In tal senso si può intervenire a livello nazionale per abbattere il massimale degli assistiti.

La valorizzazione delle competenze dei medici del territorio, l’alleggerimento dei codici bianchi per pronto soccorso e il rinnovo delle esenzioni ticket per la farmaceutica e la diagnostica (in scadenza il 31 marzo, Puglia unica regione in Italia) al fine di evitare ai cittadini inutili file ai Cup sono – sottolinea il presidente del gruppo Pd – altri passaggi fondamentali di crescita.

Questo – conclude Caracciolo – è l’indirizzo che il gruppo Pd intende perseguire politicamente insieme al governo regionale, al fine di dare una risposta concreta ad un problema atavico e strutturale all’interno del sistema sanitario e soprattutto per eliminare i continui disagi cui i cittadini sono sottoposti».

Promo