Biciclette in festa per la conclusione del Puglia bike destination con la nazionale under 23

74 Visite

 Turismo in bicicletta, la Regione Puglia va avanti con decisione e lo fa aprendo le porte agli atleti della Nazionale Ciclisti Under 23, unendo la forza di più assessorati regionali con quelli della filiera pugliese. È questo il risultato della due giorni del Puglia Bike Destination, organizzato da Regione Puglia e Pugliapromozione nella Fiera del Levante, che si è concluso oggi in coincidenza con la fine dell’allenamento dei giovani atleti della Nazionale che su due ruote per tutta la settimana hanno percorso vari percorsi regionali. Il momento festoso del loro arrivo nella sede del Puglia Bike Destination, con in volata i corridori amatoriali di varie associazioni pugliesi, ha poi lasciato la parola ai tecnici del mondo sportivo e del turismo su due ruote.

La strategia politica è emersa ieri nel corso del Puglia Bike Destination con chiarezza, dal gruppo di lavoro che l’assessore regionale al Turismo Gianfranco Lopane ha attivato insieme agli assessori regionali all’Ambiente Anna Grazia Maraschio e ai Trasporti e Mobilità Sostenibile Anita Maurodinoia, unitamente ad altri enti.

«Si conclude questa due giorni che ci dà una traccia del lavoro che la Regione Puglia dovrà compiere per diventare bike destination.  – – ha detto Gianfranco Lopane, assessore al Turismo della Regione Puglia – . Oltre 200 operatori turistici hanno partecipato all’appuntamento con diverse testimonianze significative a livello nazionale. Grandi atleti come Alessandro Ballan, come i giovani della Nazionale ciclistica Under 23, ma soprattutto contenuti e spunti interessanti emersi ai tavoli di lavoro con operatori e associazioni di categoria: serviranno a definire la strategia regionale per il cicloturismo».

«Intendiamo migliorare la qualità dell’offerta della nostra regione che dovrà portarci, nel lavoro di squadra con i privati, a potenziare gli itinerari cicloturistici, a fissare degli standard per i bike hotel, per i servizi annessi e, in modo particolare, per una ricettività sempre più in grado di rispondere alle esigenze dei turisti che desiderano scoprire la Puglia in bici», ha sottolineato l’assessore al Turismo Lopane

«Il blu della Nazionale giovanile Ciclismo unito al blu della Puglia, con #WeAreInPuglia sulle magliette degli atleti è una immagine di sintesi fra la vocazione pugliese al turismo sport e natura con lo sforzo in corso per accogliere sempre meglio il turismo lento e, in particolare, quello in bicicletta», ha detto Luca Scandale, direttore generale di Pugliapromozione.

«La nuova frontiera del turismo in bicicletta è dato dall’e-bike che, a spinta elettrica, consente ad un’utenza molto ampia anche oltre i 70 anni di assaporare l’emozione di percorsi nella natura che durano ore», ha concluso Tommaso Depalma, delegato della presidenza della Regione Puglia al bike.

            Tante le idee e le progettualità emerse dai tre tavoli, ciascuno con circa 25 operatori della filiera arrivati da tutta la Puglia. “Ospitalità e Bike Tourism” è il tavolo di lavoro che ha messo insieme non soltanto i Bike Hotel ma anche tour operator legati al bike, alberga bici, società di servizi e associazioni di categoria. Nelle strutture ricettive pugliesi, dal Gargano al Salento, già organizzate per ospitare i biker, giungono per lo più gruppi che si sono avvalsi di tour operator specializzati (stranieri, Italiani ma anche pugliesi), ben organizzati, accompagnati da guide specifiche e arrivano conoscendo già il territorio molto bene e sapendo cosa voler fare. I turisti del bike chiedono percorsi benessere, tour nei borghi, esperienze enogastronomiche e, soprattutto, preferiscono i mesi spalla (aprile – maggio, ottobre – novembre).

            Il tavolo “Itinerari e Percorsi Cicloturistici” ha posto l’attenzione sulle potenzialità del lavoro congiunto tra l’assessorato regionale al Turismo, Pugliapromozione ed i Comuni, con i quali c’è uno specifico accordo sottoscritto con l’ANCI Puglia. Con Asset, inoltre, l’obiettivo è realizzare un Atlante del Cicloturismo, unendo il Piano della Mobilità ad una raccolta di percorsi dedicati al bike. La Puglia possiede degli assi strategici per il cicloturismo tra cui la ciclovia dell’Acquedotto Pugliese e la Ciclovia Adriatica.

            Per il comfort dell’esperienza su due ruote in Puglia spiccano le esigenze emerse dal terzo tavolo del Puglia Bike Destination, dedicato ai “Servizi Connessi al Cicloturismo” ovvero tra gli altri le guide, la ristorazione, le ciclofficine, etc…. emerge la necessità di segmentare l’offerta per soddisfare le diverse utenze e potenziare i servizi connessi al mondo bike, vero punto di forza del futuro Prodotto Turistico.

Ne deriva che l’identikit dell’utente, per la Puglia, spazia dal biker puro che visita il territorio per fare un’esperienza meramente sportiva fino alle persone che usano la bici per conoscere il territorio, anche di fascia alto spendente. Per tutti la bici è un pretesto per fare anche altre esperienze come quella enogastronomica e godere di altri prodotti.

Promo