Universo Salute: “sospesi dal servizio gli indagati per abusi su pazienti psichiatrici”

17 Visite

«Abbiamo provveduto alla sospensione di tutte le persone coinvolte e procederemo ai licenziamenti laddove ce ne saranno gli estremi». Lo annuncia l’amministratore delegato di Universo Salute Luca Vigilante parlando dell’operazione “New life” condotta dai carabinieri, che conta 30 indagati di cui 15 arrestati. Si tratta di infermieri, operatori socio sanitario, educatori professionali e ausiliari accusati, a vario titolo, di maltrattamenti aggravati, sequestro di persona, violenza sessuale e favoreggiamento personale.

«Siamo in attesa dei dettagli del lavoro svolto dalla magistratura in collaborazione con la nostra amministrazione che sin dal primo giorno – spiega – ha lavorato per la tutela dei pazienti, soprattutto di quelli più fragili sul piano mentale, chiedendo a tutte le organizzazioni sindacali e a tutti i lavoratori l’autorizzazione all’installazione di telecamere anche nelle camere. Questo alla luce della delicatezza del tipo di lavoro. L’autorizzazione ci venne concessa solo in alcune zone, per giunta note a tutti i lavoratori».

«Intanto l’amministrazione aveva già operato dei licenziamenti per atti non conformi alla dignità e alle regole della comunità. Per cui – conclude l’Ad – noi continueremo ad essere cooperativi e collaborativi».

Promo