Lavoro a Foggia, “no alla chiusura di G&W Electric”

18 Visite

«Centoquattordici licenziamenti in una provincia come quella di Foggia equivalgono a una strage a livello sociale ed è per questo che oggi abbiamo partecipato al presidio davanti alla sede di Confindustria Foggia e all’assemblea nella sede della Fiom Foggia dei lavoratori della G&W Electric (ex Tozzi), multinazionale americana che sta per avviare le procedure per i licenziamento collettivo». Lo dichiara Mario Nobile, di Sinistra Italiana Capitanata, che ha promosso una prima azione di supporto alla lotta degli operai:

un’interrogazione parlamentare dalla senatrice Ilaria Cucchi al ministro dello Sviluppo economico Adolfo Urso per chiedere al governo di assumere «un ruolo decisivo per impedire alla multinazionale americana di uscire di scena senza assumersi le sue responsabilità e per trovare nuovi investitori pronti a rilevare un impianto produttivo caratterizzato da un know-how altamente qualificato e da un mercato in espansione».

«Da oggi in poi – conclude Nobile – saremo al fianco degli operai e delle loro famiglie che, dallo sciopero di oggi, inizieranno una lotta che riguarda in prima persona tutta la cittadinanza della Capitanata».

Promo