Stava entrando in un bar con una pistola: arrestato presunto boss sorvegliato speciale

24 Visite

Stava entrando in un bar con una pistola calibro 9 con il colpo in canna Antonello Francavilla, arrestato dalla Polizia per porto illegale di arma da sparo.

  Francavilla, 46 anni, è sorvegliato speciale, ritenuto al vertice del clan Sinesi-Francavilla della cosiddetta ‘Società foggiana’.

Il 46enne stava entrando in un bar in una zona semi centrale della città quando è stato notato dai poliziotti che lo hanno fermato e perquisito: in uno zainetto aveva una pistola calibro 9 e 14 proiettili.

 Sull’arma, posta sotto sequestro, saranno effettuati accertamenti balistici.

  Francavilla era scampato a un agguato lo scorso 2 marzo all’interno della sua abitazione a Nettuno, dove stava scontando gli arresti domiciliari. In casa c’era anche suo figlio 16enne che rimase gravemente ferito. Per questo agguato è in carcere dal 2 agosto scorso Antonio Fratianni, 56 anni, con l’accusa di duplice tentato omicidio. Fratianni è un noto imprenditore edile foggiano che avrebbe sparato per non restituire una ingente somma di denaro (600mila euro) ricevuta due anni prima dal clan Francavilla.

Promo