Scherma: Cdm sciabola; Samele è argento a Tunisi

25 Visite

 Una medaglia d’argento per l’Italia nel Grand Prix di sciabola maschile e femminile di Tunisi, prove valide per la Coppa del Mondo.

Arriva grazie a un grande Luigi Samele che per la seconda volta sale sul podio in questa stagione internazionale. Chiude invece all’ottavo posto 8 Matteo Neri, mentre Luca Curatoli è nono. Nella prova femminile, invece, quattro azzurre si sono fermate tra le migliori 16: Rossella Gregorio, Michela Battiston, Claudia Rotili e Giulia Arpino.

Samele è stato il mattatore di giornata. Il foggiano delle Fiamme Gialle che si allena alla Virtus Bologna si conferma nel gotha del panorama internazionale. Per lui il secondo posto arriva dopo la sconfitta contro il georgiano Bazadze per 15-8, nella stessa finale del debutto stagionale ad Algeri che aveva visto vincitore sempre il n.2 del ranking mondiale.

La prova dell’azzurro medaglia d’argento di Tokyo 2020 è iniziata nel tabellone dei 64 con il successo sul polacco Szczepanik con il punteggio di 15-5. Nel tabellone dei 32, poi Samele ha battuto il coreano Ha per 15-10. Successivamente si è imposto nel tabellone dei 16 sul britannico William Deary, per 15-10. La medaglia azzurra è poi arrivata grazie al successo nei quarti di finale contro l’ungherese Gemesi, che aveva sconfitto Luca Curatoli, in un match equilibratissimo e finito 15-14. In semifinale, in rimonta, Samele ha battuto per 15-13 lo statunitense Eli Dershwitz. Per lui un secondo posto da applausi.

Nella gara femminile sono quattro le azzurre che hanno visto la loro gara chiudersi nel tabellone dei 16: Rossella Gregorio, Michela Battiston, Claudia Rotili e Giulia Arpino. Miglior piazzamento quello della Gregorio, nona al termine della prova, e dopo la sconfitta per 15-3 contro la francese Balzer nel match per entrare nella finale ad 8.

Promo