“No al cibo sintetico, sì alla qualità dei nostri prodotti”: nota della consigliera Pd Parchitelli

34 Visite

Nota della consigliera Pd, Lucia Parchitelli

«La seduta congiunta delle Commissioni III e IV, convocate a seguito della mia richiesta di Audizione, ha espresso un forte ‘NO al CIBO SINTETICO’. Questa mattina abbiamo ascoltato le parole dei referenti pugliesi di Coldiretti e ARA – Associazione Regionale Allevatori, già promotori di una raccolta firme che ha toccato solo in Puglia quota 30mila nell’intento di giungere a una Legge che vieti la produzione, l’uso e la commercializzazione del cibo sintetico in Italia.

Il solo pensare di produrre cibo sintetico è una follia. E’ doveroso invece difendere le produzioni di qualità della nostra Regione e il grande lavoro delle Associazioni settoriali in una terra dove il 74% degli abitanti consuma cibo naturale, regolarmente coltivato e allevato. In tanti Paesi europei e extra-europei gli interessi commerciali e speculativi nel nome della sostenibilità stanno esaltando il cibo sintetico rispetto alle tradizionali attività di allevamento o di pesca. A noi questa speculazione non interessa, così come la sostituzione del cibo naturale coltivato nei campi con quello creato in laboratorio che mette in pericolo il made in Italy a tavola, ma anche il made in Puglia.

Ringrazio i presidenti Vizzino e Paolicelli per la celerità dimostrata nel portare il tema in Commissione; agli auditi confermo la mia disponibilità a promuovere azioni condivise di tutela delle produzioni regionali. La politica pugliese deve sostenere in modo concreto le Associazioni impegnate in questa battaglia; il presidente Emiliano si farà portavoce del nostro dissenso in Conferenza Stato Regioni, ma è anche necessario informare i consumatori dei rischi dell’uso del cibo sintetico. L’incontro di oggi è un punto di partenza significativo perché abbiamo dimostrato la nostra volontà in maniera chiara, sentendo forte l’onere di difendere anche la salute di tutti i cittadini pugliesi».

Promo