Le isole Tremiti saranno il paradiso del futuro?

36 Visite

Che le isole minori debbano avere uno statuto speciale è ovvio: non hanno neanche lontanamente i benefici dei servizi pubblici del continente e quindi è fuori da ogni logica ed equità che debbano essere assoggettate alla stessa legge fiscale e alle stesse aliquote che sono imposte ai cugini del continente. Inoltre solo riconoscendo ex lege questa insulare incorreggibile peculiarità negativa forse qualcuno dei suoi abitanti potrebbe decidere di non andarsene o anche di tornare.

I nostri deputati regionali se ne sono accorti? Sembra di si visto che si sono presi il fastidio di scrivere una proposta di legge che “Puglia sera” ha voluto diffondere con la consueta diligenza con la quale propongono uno statuto speciale per quelle isole. Che c”è scritto in quella proposta? Una fitta cortina fumogena di parole prive di alcun senso per noi (e crediamo anche per gli Isolani) tra le quali crediamo di aver capito che si propongono inutili gemellaggi con altre isole del Tirreno a simboleggiare e auspicare un non meglio precisato futuro di felicità per tutti; inoltre profittano di questa occasione per chiedere danari aggiuntivi per far funzionare meglio i servizi di base per la vivibilità di questi luoghi. A noi non sembra necessario uno statuto speciale per avere un migliore sistema di trasporto interno semplicemente perchè questo è un dovere di un qualunque stato degno di questo nome. Stato (e Regione…) che a tutt’oggi evidentemente è latitante come in tutto il Sud e anche di più.

Ci farebbe piacere conoscere (forse è un pò troppo immaginare una intervista) queste persone che riescono a mettere così abilmente per iscritto idee che sembrano a prima vista contorsioni dialettiche così oggettivamente imprevedibili e inimmaginabili.

Speriamo che il governo utilizzi questa occasione per trasformare le isole Tremiti ormai quasi disabitate in luoghi attrattivi come le isole della Manica o del Pacifico o dell”Atlantico che da sempre si sono visti riconoscere dall”Europa la loro condizione di ultraperiferialità….con uno statuto speciale che però oltre ad essere aulico è anche utile per l’economia locale e più giusto per gli Isolani.

Molti amministratori pubblici non hanno sentito parlare di questo tipo di statuto ma adesso che hanno letto queste brevi righe potranno rimediare.

CANIO TRIONE

Promo