Il meglio della meccanica pugliese applicata alle costruzioni a Monaco di Baviera per Bauma 2022

26 Visite

Con un valore aggiunto complessivo che sfiora i 6 miliardi di euro, meccanica e meccatronica pugliesi applicate al settore delle costruzioni e dell”industria estrattiva, hanno mostrato  il meglio delle proprie produzioni a Bauma 2022,  a Monaco di Baviera, in Germania, dal 24 al 30 ottobre 2022 nel Trade Fair Center Messe Munchen.La manifestazione, che ha una cadenza triennale, è la principale fiera al mondo nel settore delle tecnologie, macchine ed attrezzature per l”edilizia e riunisce tutta la filiera. La Regione Puglia – Sezione Promozione del Commercio, Artigianato ed Internazionalizzazione delle Imprese – in collaborazione con Puglia Sviluppo è stata  lì con una delegazione di sette imprese e l”obiettivo promuovere le produzioni di settore, la ricerca di nuovi partner internazionali e in definitiva la stessa Puglia che nella meccanica e meccatronica vanta know how e un fatturato export verso il mondo che nel primo semestre del 2022 già supera 1,6 miliardi di euro.

A spiegarlo è stato l”assessore allo Sviluppo economico della Regione Puglia Alessandro Delli Noci: “Abbiamo promosso le nostre imprese a Bauma perché questa manifestazione pur riguardando un particolare comparto della meccanica, abbraccia tre settori valorizzando tutte le innovazioni meccaniche e meccatroniche che miglioreranno e renderanno più sostenibili l”industria delle costruzioni, dei materiali per l”edilizia e l”industria estrattiva. Parliamo di settori che generano in Puglia un valore aggiunto complessivo di quasi 6 miliardi di euro. Il mercato che ha  ospitato la manifestazione, inoltre, è quello del nostro partner numero uno, la Germania, al primo posto nella classifica generale dei partner per il volume sia delle esportazioni che delle importazioni e al primo, in particolare, proprio nel settore della meccanica e meccatronica. Una relazione commerciale, quella tra Puglia e Germania, che continua a crescere sommando all”aumento del valore dell”export nel 2021 (+5,4%) un ulteriore sviluppo del 9,9% nei primi 6 mesi del 2022. In un simile contesto la promozione delle nostre imprese parte con una marcia in più”.

Le aziende della delegazione pugliese sono state  ospitate all”interno dello stand regionale (padiglione C5, stand 103) con una postazione personalizzata e la possibilità di esporre un proprio prodotto. Il tutto all”interno di un”area espositiva di oltre 614mila mq con zone interne ed esterne dove sono stati esposti tutti i tipi di macchinari per i cantieri, per l”estrazione e il trattamento di materie prime e per la produzione di materiali da costruzione. Nelle aree esterne sono state  organizzate inoltre vere e proprie dimostrazioni di macchinari all”opera.Questa edizione di Bauma, in linea con i temi della sostenibilità e della digitalizzazione, si è focalizzata  su alcune specifiche aree tematiche: il percorso verso “zero emissioni”; il cantiere digitale; i processi ed i materiali per l”edilizia di domani; la via delle macchine autonome; l”estrazione sostenibile.

Queste le aziende della delegazione imprenditoriale pugliese: As Labruna (Monopoli – Ba); Eurimpianti (Erchie – Br); Idromeccanica Ramtec (Molfetta – Ba); Innex (Barletta – Bat); Officine (Modugno – Bari); Hackustica (San Vito dei Normanni – Br); Crushing tech (Altamura – Ba).

Una grande opportunità di crescita e valorizzazione.

Paola Copertino

Promo