Fondo perduto per le attività di spettacolo dal vivo da svolgersi nei musei e parchi archeologici

23 Visite

Descrizione Bando

E’ emanato un Avviso pubblico diretto a sostenere le attività di spettacolo dal vivo da svolgersi nei musei e nei parchi archeologici di rilevante interesse nazionale, dotati di autonomia speciale.

Soggetti beneficiari

Possono presentare domanda di contributo i musei, i parchi archeologici di rilevante interesse nazionale, presenti su tutto il territorio nazionale e dotati di autonomia speciale.

Tipologia di interventi ammissibili

Il progetto artistico deve essere illustrare le attività proposte secondo le finalità descritte sopra ed in linea con i criteri di selezione indicati di seguito:

qualità artistica e innovativa della proposta progettuale; capacità del progetto di coinvolgere un pubblico ampio ed eterogeneo e di avere ricadute socio economiche sul territorio in termini di promozione turistica e di connessione con il patrimonio culturale

esperienza nella ideazione e realizzazione di progetti di integrazione tra attività culturali e attività di spettacolo per la fruizione del patrimonio culturale

congruità economica e coerenza delle singole voci di spesa in relazione al costo complessivo del progetto.

Entità e forma dell”agevolazione

La dotazione finanziaria è pari a euro 1.000.000,00.

L”erogazione del contributo è disposta successivamente all”invio alla Direzione generale Spettacolo di una relazione artistica e del rendiconto finanziario consuntivo del progetto, comprensivo di tutte le voci di entrata e di spesa relative al progetto da trasmettersi, inderogabilmente, entro le ore 16 del 23 novembre 2023, con le stesse modalità previste per l’invio della domanda.

Scadenza

21 novembre 2022, alle ore 16.00.

GIANPAOLO SANTORO

con la collaborazione tecnica di studioagevolazioni.com

Promo