UMA, Tupputi: “Politica acceleri per scongiurare illeciti”

28 Visite

«Il rischio più grande, in tema di ritardi quando si tratta di libretti UMA per gli utenti dei motori agricoli, in merito alle istanze di richiesta di carburante ad accisa agevolata, è quello di favorire, se pure involontariamente, condotte illegali e questo la politica non può permetterselo, per questo prendo atto dell’impegno dell’assessore Pentassuglia che ha fissato alla prossima primavera, dunque fra qualche mese, il termine per l’informatizzazione del sistema e la sburocratizzazione e dematerializzazione dello stesso, con grande sollievo per i comuni e per le aziende e gli operatori agricoli» –  lo ha detto il capogruppo di Con Emiliano, Giuseppe Tupputi, in occasione dell’audizione richiesta insieme al collega Stefano Lacatena, in IV Commissione, dell’assessore regionale all’Agricoltura Donato Pentassuglia, del direttore di Innova Puglia e del responsabile dell’Ufficio Agricoltura.

Tupputi ha ricordato come già a gennaio 2021 aveva interessato la IV Commissione sul medesimo tema evidenziando come dal 2017, nonostante fosse stato approvato il “riordino in ottica di semplificazione delle funzioni amministrative in favore degli utenti di motori agricoli” nell’ambito della legge di bilancio 2018, non fosse stato di fatto realizzato. Tupputi nel suo intervento di oggi ha anche ricordato che in quella occasione, la Commissione del 2021, il direttore del Dipartimento Agricoltura della regione Puglia Nardone aveva annunciato che «nel giro di un paio di mesi si potrebbe appaltare l’informatizzazione».

«Da allora i due mesi sono abbondantemente passati» ha detto Tupputi – «e siamo in una situazione in cui i comuni, a causa dei pensionamenti e della mancata formazione del personale sono in affanno e alcuni sono stati costretti ad appaltare all’esterno il servizio con tutti i rischi che ne possono derivare e con le aziende agricole che a volte devono attendere tempi insostenibili per il riconoscimento di un diritto legittimo, senza considerare quel che vuol dire in termini di costi considerato anche il caro gasolio. Per questo non è più tempo di tergiversare» – continua il capogruppo di Con Emiliano – «né si possono colpevolizzare i Comuni, capisco che ci siano tempi e procedure da rispettare, ma il paradosso è che la legge del 2017 parlava di semplificazione e invece io vedo il trionfo della burocrazia».

«Per questo, e concludo – ha chiosato Tupputi – chiedo alla politica, per un tema così delicato, ancora una volta, di accelerare su questo percorso di dematerializzazione perché quello che si deve scongiurare non sono solo i ritardi nell’assegnazione dei libretti quanto il fatto che essi possano agevolare il mercato nero del carburante, di questo si tratta, di evitare che si crei un problema più grave, ovvero il rischio di illegalità che la politica deve scongiurare».

Promo